b2b-home

The Rome Table: nella Capitale arriva il B2B internazionale per l’ortofrutta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da giovedì 9 a venerdì 10 novembre a Roma è in programma un evento business to business di respiro internazionale, dedicato a tutte le aziende ortofrutticole desiderose di allargare le proprie vendite all’estero. La due giorni, organizzata da Omnibus, è pensata in una formula dinamica e smart e promette di essere un’occasione per fare networking e stringere contatti qualificati

 

Dalla Redazione

 

The Rome Tablesi terrà il 9 e 10 novembre all’hotel St. Regis

Omnibus, società del gruppo Gemma Editco – Corriere Ortofrutticolo specializzata in servizi per l’internazionalizzazione del settore, organizza a Roma a novembre il primo evento B2B internazionale dedicato a tutte le aziende ortofrutticole desiderose di allargare le proprie vendite all’estero. L’evento è in programma giovedì 9 e venerdì 10 novembre all’ hotel St. Regis, nel cuore della Capitale, in due ampie sale allestite, una destinata agli incontri business, in cui ogni buyer avrà il suo tavolo, l’altra, connessa alla prima, destinata ai servizi di supporto.

 

Da una parte 40 buyer provenienti da 20 Paesi, dall’altra 100 aziende italiane della produzione e del commercio dell’ortofrutta. Ogni incontro, programmato in anticipo, dura 20 minuti. Gli incontri si susseguono per un giorno e mezzo. Ogni azienda italiana può avere da 10 fino a 20 incontri programmati, ma potrà incontrare tutti gli altri buyer nei momenti comuni.
Il programma prevede per giovedì 9 novembre una prima sessione di incontri business dalle 10 alle 13, un  light lunch sempre al St. Regis, la seconda sessione di incontri dalle 14,30 alle 18,10. Venerdì 10 un’ultima sessione di incontri dalle 9,30 alle 13,30.
I Paesi di provenienza dei buyer sono: Canada, Brasile, India, Indonesia, Australia, Kenya, Senegal, Kazakistan, Ucraina, Polonia, Danimarca, Uk, Germania, Francia, Spagna, Croazia, Ungheria, Repubblica Ceca, Austria, Svezia. Saranno presenti tutte e tre le principali tipologie di buyer: category manager di catene della distribuzione organizzata, importatori con magazzino, agenzie di import-export. Sono in fase avanzata i contatti per raggiungere la selezione ritenuta ottimale: 15 category manager di catene della GDO, 20 importatori con magazzino, 5 agenzie di import-export collegate a distributori.
A un campione di buyer è stato chiesto preliminarmente che tipo di aziende italiane vorrebbe incontrare. Questo il risultato del sondaggio: 60% di interesse manifestato per produttori medi e grandi del Centro-Sud Italia e della Sicilia e insieme per piccoli produttori del Centro-Sud e della Sicilia specializzati in prodotti di nicchia e territoriali a marchio registrato; 25% di interesse per aziende che rappresentano produttori del Nord Italia; 15% di interesse per aziende grossiste specializzate nell’esportazione di carichi misti.
L’evento è a numero chiuso. La lingua ufficiale è l’inglese. Alle aziende che lo necessitano viene garantito supporto linguistico durante gli incontri. In questa prima edizione è previsto un numero totale di 1.280 incontri, mirati a incrementare le quote export delle aziende italiane presenti e a far scoprire loro nuovi clienti e nuovi mercati.

 

Le iscrizioni sono aperte. Tutte le informazioni utili nell’invito allegato.

 

Copyright: Fruitbook Magazine


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •