Billa

Carrefour acquisisce 53 supermercati Billa. In vendita gli altri 83


Carrefour, primo retailer europeo, ha acquisito il 30 giugno i 53 supermercati Billa presenti in Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta. Gli altri 83 sono ora oggetto di trattativa. Il gruppo Rewe, che sta concentrando il business nell’Europa Centro-Orientale, rimarrà presente in Italia solo nel canale discount, con l’insegna Penny Market, che nel 2013 è cresciuta del 6,6 per cento con i suoi 311 punti vendita

 

BillaCarrefour ha annunciato il 30 giugno l’acquisizione dal gruppo Rewe di 53 supermercati a marchio Billa situati in tre regioni dell’Italia settentrionale: la Lombardia, la Liguria e la Valle d’Aosta. L’insieme rappresenta una superficie di vendita di 58.000 m² e ha realizzato nel 2013 un fatturato di quasi 300 milioni di euro (Iva esclusa). Questa acquisizione, che rientra nella continuità della strategia multiformato di Carrefour, permetterà al Gruppo di rafforzare la propria presenza nel nord dell’Italia. La conclusione dell’operazione resta subordinata all’approvazione delle competenti autorità di regolamentazione e alla consultazione degli organi rappresentativi del personale di Billa.

 

Il gruppo Rewe si propone per il futuro di concentrare le proprie attività internazionali in altri sette Paesi europei, dalle maggiori prospettive di sviluppo. Il 30 giugno scorso è diventato operativo il concordato con la filiale italiana della società francese Carrefour  relativo alla cessione dei 53 Billa in Italia, fatte salve le necessarie approvazioni normative. Non sono stati resi noti i dettagli del contratto di acquisto. La vendita dei rimanenti 83 supermercati Billa avverrà successivamente in pacchetti, la società è già in trattative con potenziali partner.

 

“Il nostro obiettivo strategico è quello di raggiungere una posizione di leader di mercato in tutti i Paesi in cui siamo presenti con i nostri supermercati. Ciò non è avvenuto in Italia nonostante investimenti mirati e rettifiche di portafoglio.  L’Italia non è più un mercato interessante come in passato e non può più far parte delle nostre strategie nel prossimo futuro”, ha detto Frank Hensel, amministratore delegato Rewe International Ag e direttore generale di Rewe Group. “Allora ci tiriamo fuori. Il nostro obiettivo è ora di puntare nelle nostre attività internazionali sui mercati di successo in Europa centrale e orientale”, ha detto Hensel.

 

Focus sul settore discount. Il Gruppo Rewe si concentrerà in Italia in futuro sullo sviluppo del suo format di successo Penny Market. Con 311 punti vendita in Italia, Penny ha una buona posizione nel mercato. Nell’anno fiscale 2013 Penny Italia ha raggiunto una crescita molto soddisfacente, con un incremento del 6,6 per cento.  Continua la crescita di Billa nei Paesi dell’Europa centrale e orientale: le vendite in Bulgaria, Croazia, Romania, Russia, Slovacchia, Repubblica Ceca e Ucraina, attività controllata da Wiener Neudorf in Austria, sono aumentate nell’ultimo anno fiscale dal 8,3 per cento, per raggiungere 2,8 miliardi di euro di aumento.  In Europa centrale e orientale l’espansione reale è stata nel 2013 pari a 30 nuovi pdv ( 638 supermercati al 31 dicembre 2013 per il gruppo).





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo