L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Aldi, 59 store in Italia. “L’ortofrutta? Registra i maggiori volumi di vendita”

            A poco più di un anno dallo sbarco nel nostro Paese (l’apertura del primo store italiano risale a marzo 2018), ALDI ha inaugurato 59 punti vendita, dislocati sei regioni del nord, e annuncia obiettivi ambiziosi per il futuro. “Siamo molto soddisfatti della relazione di fiducia che abbiamo instaurato con i numerosi clienti italiani”, dichiara l’azienda, con la quale abbiamo fatto un focus sul reparto ortofrutta. Il segreto del successo della “spesa differente” che sta conquistando i consumatori? “Proponiamo una selezione di prodotti che uniscono qualità e convenienza, registrando i maggiori volumi di vendita proprio nei settori di frutta e verdura”, rivela il gruppo

             

            di Carlotta Benini

             

            Aldi Italia

            Il reparto ortofrutta di un punto vendita ALDI Italia

            Qualità, convenienza e freschezza: ecco le tre promesse con cui, a marzo 2018 ALDI, il colosso tedesco della Gdo ha fatto capolino in terra italiana, proponendo un “nuovo modo di fare la spesa” e un concept dinamico e cosmopolita, al contempo improntato sulla valorizzazione delle tradizioni del BelPaese. Inutile dire che è stato subito un successo. A poco più di un anno dal suo approdo nel nostro Paese, ALDI Italia ha già inaugurato 59 punti vendita (dato aggiornato a giugno 2019) situati in sei regioni del Nord Italia (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige e Veneto), dando lavoro a oltre mille addetti. Gli store ALDI si caratterizzano per una “selezione virtuosa dell’assortimento”, che semplifica la scelta del cliente e valorizza le eccellenze italiane e le specificità territoriali. Il reparto ortofrutta, che accoglie i clienti all’ingresso, ha un ruolo centrale nel giro di affari del gruppo: di ampie dimensioni, ispirato ai mercati rionali, conta oltre 100 referenze, la maggior parte a private label. Ne abbiamo parlato con l’azienda, che ci ha parlato anche del concept e dell’offerta studiata per il nostro Paese e degli obiettivi futuri.

             

            Quante referenze conta mediamente il vostro reparto ortofrutta?
            Per ALDI il reparto ortofrutta ha un ruolo di grande importanza, per questo proponiamo una generosa selezione di circa 120 referenze tra frutta e verdura (fresco e IV gamma), per offrire ai clienti il giusto equilibrio tra freschezza e convenienza e per rispondere alle diverse esigenze del cliente. In assortimento abbiamo prodotti IGP e DOP, oltre a diversi prodotti stagionali. Per quanto riguarda la IV gamma, l’assortimento include insalate croccanti, insalate tenere e verdure pronte da cuocere. Completano l’offerta insalate in ciotola arricchite con ingredienti gourmet, zuppe, succhi freschi e macedonie di frutta. Sono circa una ventina le referenze di frutta secca presenti tutto l’anno, oltre a una gamma di articoli di selezione stagionale. Inoltre il reparto frutta secca viene spesso arricchito con offerte promozionali, volte ad offrire ai nostri clienti i loro articoli preferiti ad un prezzo favorevole.

             

            Aldi Italia FM

            Le referenze di frutta secca nei reparti F&V di ALDI Italia sono una ventina (copyright: Fm)

            Quante sono le referenze ortofrutticole a marchio?
            L’offerta del reparto ortofrutta è composta in prevalenza da prodotti a marchio proprio e, specialmente per quanto riguarda i prodotti freschi, ALDI si impegna per mantenere la filiera il più corta possibile, puntando sulla provenienza nazionale degli articoli che compongono l’offerta del brand. Nel reparto ortofrutta ALDI propone la linea a marchio proprio “I Colori del Sapore”. Questa linea comprende articoli appartenenti a più categorie merceologiche: oltre a frutta e verdura, include succhi di frutta, verdure surgelate, minestroni, insalate pronte, ma anche polenta, riso, uova, oli, conserve e aceti. Il valore che accomuna tutti questi prodotti è l’origine italiana della materia prima. Anche la linea “Regione che vai” comprende referenze ortofrutticole, tutte accomunate dalla regionalità e dall’alta qualità. ALDI è da sempre attenta alle esigenze della clientela, anche quelle più specifiche. Per questo l’assortimento comprende la linea a marchio proprio “Natura Felice”, una linea bio esclusiva i cui prodotti vengono certificati secondo gli standard di agricoltura biologica vigenti in Italia.

             

            Che spazio trova il biologico sugli scaffali, parlando sempre di ortofrutta?
            L’offerta di prodotti biologici ricopre un ruolo sempre più importante nell’assortimento di ALDI e per quanto riguarda l’ortofrutta sono presenti circa 15 referenze biologiche, tra cui due referenze bio nella IV gamma. La soddisfazione dei nostri clienti è per noi di fondamentale importanza, per questo seguiamo le attuali tendenze del mercato e selezioniamo i prodotti in base alle richieste e alle necessità della clientela.

             

            Aldi Italia

            L’esterno del punto vendita Aldi di Castellanza

            Quali sono le performance della private label?
            La marca del distributore è un elemento distintivo della nostra offerta, che dall’ingresso nel mercato italiano ad oggi è composta per l’85% da prodotti private label. Le linee di prodotti a marchio privato sono state studiate e create appositamente per il cliente italiano, in stretta relazione con i fornitori nazionali. L’assortimento alimentare è infatti composto per il 75% da prodotti che nascono dalla collaborazione con i fornitori italiani. Un aspetto che conferma il forte legame con il territorio e con le eccellenze italiane e regionali dell’offerta commerciale di ALDI, che si concretizza in linee di prodotto a marchio proprio sopra citate, tra cui appunto “Regione che Vai” (eccellenze locali e prodotti tipici regionali), “I Colori del Sapore” (materie prime 100% italiane), “Natura Felice” (prodotti biologici), “Enjoy free!” (prodotti senza glutine e prodotti senza lattosio) e “Bonlà (prodotti con 100% latte italiano). A completamento della nostra offerta, ci sono i prodotti di marca: anch’essi rivestono un ruolo importante all’interno del nostro assortimento, per garantire un’offerta in grado di soddisfare al meglio le esigenze del cliente. Oltre ad integrare l’assortimento dei prodotti private label, sono anche proposti nell’ambito delle nostre promozioni settimanali.

             

            Quant’è importante l’esposizione a punto vendita? Su cosa lavorate in questo senso?
            L’accogliente store concept di ALDI è stato sviluppato per rendere l’esperienza del cliente piacevole e per semplificare l’acquisto grazie a un’organizzazione intuitiva degli spazi. Il reparto ortofrutta è ispirato ai mercati rionali ed è posizionato all’inizio dell’esperienza d’acquisto del cliente; è infatti il primo ampio spazio a cui ogni cliente accede entrando nel negozio ed è già visibile dall’esterno grazie alle grandi vetrate. La frutta secca è presente sia nelle avancasse, in comode monoporzioni, sia al reparto frutta e verdura, all’interno di comodi dispenser innovativi per la vendita sfusa. Queste posizioni sono strategiche per noi in quanto di primo impatto all’ingresso e all’uscita del punto vendita.

             

            ALDI Italia

            ALDI Italia offre un “nuovo modo di fare la spesa”

            Un bilancio dal vostro arrivo in Italia?
            ALDI ha appena compiuto un anno e possiamo dirci molto soddisfatti della relazione di fiducia che abbiamo instaurato con i numerosi clienti che hanno visitato i nostri punti vendita e con le comunità in cui operiamo. Quello che sta a cuore ad ALDI è la consumer experience riassunta nel concetto di “nuova spesa”: il cliente che si trova tra le nostre corsie deve sentirsi a proprio agio nel reperire i prodotti di cui ha bisogno, affinché fare la spesa sia semplice e piacevole. Per questo proponiamo un’esposizione chiara e intuitiva, che valorizzi la scelta del nostro assortimento e guidi il cliente, permettendogli di comprenderlo velocemente. Una selezione di prodotti che uniscono qualità e convenienza, che ha registrato i maggiori volumi di vendita proprio nei settori di frutta e verdura, subito seguiti dai prodotti da forno e panificati, le uova e il latte.

             

            Come riuscite a conciliare l’attenzione per il made in Italy con la maggiore competitività di prezzo (e non solo) di numerosi prodotti di origine spagnola?
            ALDI dedica grande attenzione alla cultura enogastronomica del nostro Paese. Per questo, l’assortimento alimentare è stato appositamente pensato per la clientela italiana ed è composto, per quanto riguarda l’ortofrutta, per circa l’80% da prodotti italiani che nascono dalla collaborazione con fornitori nazionali selezionati.

             

            Obiettivi nel prossimo futuro?
            Considerato il numero di negozi aperti finora, per i prossimi anni il nostro obiettivo è di continuare a crescere in maniera organica, con una rete di punti vendita efficiente e ben instaurata nel territorio, per essere il più vicino possibile ai clienti italiani. Con il centro di distribuzione di Landriano (Pavia), che si aggiungerà a quello già esistente di Oppeano (Verona), ALDI raddoppierà la propria capacità logistica. La struttura, i cui lavori di costruzione proseguono a pieno ritmo, porterà alla creazione di circa 200 nuovi posti di lavoro. A lavori ultimati, il nuovo centro logistico consentirà il rifornimento dei punti vendita delle regioni del Nord Ovest.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine