L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Jow, in Francia piace sempre più l’app “creativa” per l’e-grocery

            Jow
            Si chiama Jow ed è la app per l’e-grocery che offre in un’unica soluzione ricette, consigli per la cucina e servizi che permettono di ordinare la spesa online. Lanciata in Francia nel 2018 e oggi sempre più apprezzata nel Paese, la start-up Jow ha da poco raccolto 7 milioni di dollari in nuovi finanziamenti e propone una soluzione innovativa per rendere l’e-grocery sempre più semplice e veloce, soprattutto via smartphone. Ricette pronte in pochi minuti, liste della spesa personalizzate, tutorial e sincronizzazione automatica con i servizi di home delivery o ritiro in punto vendita di cinque insegne francesi (tra cui Carrefour e Auchan): questi i capisaldi di Jow, la app che vuole cambiare il modo in cui i francesi fanno la spesa e cucinano

            Di Massimiliano Lollis

            Jow

            Pianificare e organizzare la spesa settimanale in modo efficace e veloce grazie ad una app che segue le tue preferenze e ti suggerisce gli ingredienti da mettere nel carrello per realizzare ricette diverse ogni giorno e pronte in pochi minuti: è quanto promette di fare Jow, la app francese creata nel 2018 e oggi sempre più popolare, come dimostrano i 7 milioni di dollari in finanziamenti incassati lo scorso dicembre dalla start-up – sua omonima – che l’ha sviluppata.

            Se però lo scopo della app si esaurisse nell’organizzazione della spesa settimanale, forse basterebbe la cara vecchia lista della spesa, o una lavagnetta. Jow – che per il momento è attiva solo sul mercato francese – promette molto di più: prima di tutto un sistema che memorizza i gusti dell’utente (o della famiglia), sulla base dei quali crea menu personalizzati con ricette veloci da realizzare, predisponendo automaticamente il carrello della spesa con gli ingredienti necessari. Come scrive TechCrunch, l’idea alla base della app è rispondere alla domanda che più o meno tutti ci poniamo ogni giorno: “Cosa mangiamo stasera?” offrendo un’alternativa valida e conveniente ai vari pacchetti di ricette con gli ingredienti già dosati e pronti da cucinare (come Blue Apron e HelloFresh), spesso in abbonamento. Jow vuole essere invece una soluzione gratuita, “libera” e pratica.

            L’aspetto della praticità di questa app, in un mondo – quello del grocery online – ancora molto poco ‘mobile’, è uno dei punti fondamentali per la start-up. “Fare la spesa online per tutta la settimana può richiedere fino a un’ora di tempo – spiega a TechCrunch il co-fondatore e Ceo di Jow, Jacques-Edouard Sabatier -. Perdiamo un sacco di tempo a cercare il prodotto giusto per categoria, navigando su e giù nei vari menu attraverso centinaia di referenze. Quando finalmente trovi il prodotto e lo metti nel carrello, devi ripetere questo processo un sacco di altre volte, una per ogni prodotto. Si tratta di un’esperienza orribile”. Jow punta a rendere tutto questo molto più facile e veloce, con un format pensato per lo smartphone: “L’e-grocery – continua – è uno dei pochi segmenti dell’e-commerce in cui l’ambito desktop rimane prevalente. Il 90% dei nostri clienti utilizza la app via smartphone, il che dimostra che l’esperienza di acquisto su Jow è così veloce e agile che puoi fare tutta la spesa della settimana in un minuto, sulla metro o in autobus”.Jow

            User experience ottimale e personalizzazione sono le parole chiave della app francese: “Jow – spiega Sabatier – crea un menu personalizzato, fatto di ricette semplici e deliziose. Il nostro motore di ricerca speciale prende in considerazione i tuoi gusti o quelli dei tuoi famigliari, gli elettrodomestici a tua disposizione, se hai bambini o se sei single, e controlla la disponibilità degli ingredienti al supermercato preferito. Jow riempie il carrello online con ciò di cui hai bisogno per realizzare la ricetta”. Non solo: Jow ha anche la capacità di registrare gli acquisti più frequenti dell’utente, e le quantità di ingredienti più frequentemente consumate, in modo da evitare gli sprechi. 

            Una volta dato l’ok, la app si sincronizza con il servizio di delivery o di ritiro in punto vendita del supermercato preferito, e gestisce la fase di pagamento. Dal click al campanello di casa (o al ritiro in punto vendita) il passo è breve. Una volta che l’utente riceve la spesa, può seguire le istruzioni e i tutorial video che gli permetteranno di realizzare la ricetta proposta da Jow in pochi minuti. Infine il costo: la app lo dicevamo, è gratis per gli utenti. Non lo è invece per le catene di supermercati partner della app, che vedono in Jow un modo efficace per avvicinarsi alla clientela più giovane e smart.

            Copyright: Fruitbook Magazine