L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Macfrut consumers’ trend: in aprile frutta +4%, verdura +2%. Esplodono le fragole

            Fragole
            Nuovo report di Macfrut Consumers’ Trend, realizzato in collaborazione con il CSO (Centro Servizi Ortofrutticoli), che fotografa l’andamento del consumi di ortofrutta nel mese di aprile 2015. Dati decisamente positivi nel mese in esame, soprattutto nel raffronto con marzo, che si era posizionato notevolmente al di sotto della media dell’ultimo decennio ed oltre

             

            FragoleGli acquisti al dettaglio delle famiglie italiane nel mese di aprile si sono posizionati su circa 362 mila tonnellate, il +3% rispetto allo stesso mese del 2014. La frutta con circa 315 mila tonnellate segna un +4% e la verdura, con 317 mila tonnellate un +2%. Dall’analisi dei dati si avvantaggiano i consumi delle fragole che, con quasi 24 mila tonnellate superano del +40% i volumi acquistati nell’aprile 2014 e del +27% nel confronto sul cumulato da inizio anno. A supporto del positivo andamento anche il prezzo medio di acquisto (3,17€/kg), che si posiziona al di sotto di quello rilevato in qualsiasi precedente annata.

             

            Importante sottolineare – evidenzia una nota di Macfrut – il positivo avvio della campagna dei meloni in questo mese di aprile: in termini di volumi questa specie si è oltre che duplicata (+123% sul 2014), raggiungendo la quota record di 5.400 tonnellate. Si conferma così la rotta positiva intrapresa da qualche anno a questa parte, il prezzo medio è stato di quasi 1,80€/kg. Trend positivo che conferma i segnali più recenti di crescita anche per mele e pere che, rispettivamente, hanno segnato volumi superiori del +12% e +19% sull’aprile 2014. Su base annua il 2015 al momento evidenzia una controtendenza rispetto all’ultimo biennio: per le mele +3,6% e pere +9% in termini di volume.

             

            Nell’ambito degli ortaggi si sottolinea la forte ripresa dei pomodori, +13% nel cumulato su base annua, principalmente grazie ai volumi di aprile che hanno raggiunto le 43 mila tonnellate (+28% sull’aprile 2014). Interessante impennata anche per gli asparagi che, con circa 5.600 tonnellate, raggiungono i volumi che storicamente vengono acquistati in piena campagna nel mese di maggio. Aprile conferma il lento, ma costante, aumento dei volumi per i radicchi; esalta le cipolle con un +18% sullo stesso mese dello scorso anno e penalizza i finocchi con un deciso -19%.