L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Mela Bio Val Venosta: con BioGraphy si può risalire al singolo melicoltore

            MeleBioValVenosta
            Anche quest’anno il Consorzio Venostano, leader europeo tra i produttori di mele biologiche, ha partecipato al BioFach di Norimberga, il Salone Mondiale dei prodotti biologici. Nel corso della rassegna VI.P ha presentato l’ambizioso progetto BioGraphy, unico nel suo genere, che permette al consumatore finale di vedere e conoscere il melicoltore che ha prodotto quelle mele

             

            ValVenostaUn’informazione corretta e consapevole del consumatore riveste per Mela Bio Val Venosta un passaggio fondamentale nel processo di acquisto. Valorizzare il territorio e fornire al consumatore sempre maggiori informazioni sulla qualità e la provenienza di ciò che sta comprando è indispensabile: per questo motivo Bio Val Venosta sta lavorando al progetto BioGraphy. Ogni confezione di mele Bio Val Venosta sarà personalizzata in modo che sull’etichetta appaia il nome del produttore: attraverso un apposito sito web,  l’acquirente sarà in grado di risalire facilmente alla zona di provenienza e “vedere” di persona dove e da chi il frutto acquistato ha avuto origine.

             

            Sul sito di BioGraphy, 130 contadini bio della Val Venosta mettono a disposizione tutta la loro esperienza nella coltivazione delle mele biologiche e raccontano, attraverso le loro storie, come una semplice mela diventa una squisita Mela Bio Val Venosta! Disponibile in tre lingue, BioGraphy darà la possibilità ai consumatori di ripercorrere tutto il tragitto della mela acquistata, fin dalle origini. Dalla home page del sito sarà possibile accedere alla pagina di ogni singolo contadino che racconterà il suo lavoro, descrivendo il proprio maso e i prodotti coltivati. Attraverso una gallery il consumatore potrà inoltre vedere le immagini del melicoltore e il suo lavoro. Un vero e proprio viaggio a 360° nel mondo Bio Val Venosta!

             

            Eberhofer“La raccolta ha dato risultati positivi – spiega Gerhard Eberhöfer, responsabile delle vendite del prodotto Bio Val Venosta – con mele di qualità eccellente sia dal punto di vista organolettico che estetico. Il raccolto Bio, con circa 25.000 tonnellate, si assesta sui livelli della passata stagione con un calibro medio-piccolo, ideale per il mercato del biologico. La qualità dei frutti si presenta molto buona: in modo particolare – prosegue Eberhöfer – il colore delle mele rosse è ottimo anche grazie ai perfetti sbalzi termici tra il giorno e la notte che hanno contribuito a portare a compimento la maturazione nel modo ideale. Bio Val Venosta si afferma tra i primi posti in Italia e in Europa come produttore di mele biologiche, sia in termini quantitativi che qualitativi”.

             

            “In grado di garantire ai propri clienti – continua Eberhöfer – uno standard unico in termini di rintracciabilità, certezza della provenienza e sicurezza, Bio Val Venosta è in grado di coprire la richiesta garantendo il prodotto disponibile 12 mesi all’anno. Entro metà marzo si porterà a termine la vendita della qualità Gala, la varietà di punta nei primi mesi della stagione, mentre da febbraio a giugno sarà la Pinova la protagonista con circa 2.500 tons di frutto. La Golden Delicious rimane comunque la varietà più coltivata, con una produzione che copre quasi il 40% di tutta la raccolta biologica della valle; seguono da vicino Gala, Red Delicious e Fuji che sono le varietà maggiormente richieste in Italia, mentre Braeburn, Pinova, Jonagold, Topaz e Kanzi® vanno per la maggiore sul mercato estero.