L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Melinda, non solo una mela: per i consumatori è sinonimo di frutta

            melinda

            Il 70% della popolazione italiana, se pensa a una mela, pensa a Melinda. Non solo, una recente indagine condotta da Lexis Research conferma anche come il Bollino Blu, oltre ad essere “sinonimo di mela”, sia il più conosciuto di tutta la categoria frutta. Lexis Research, uno dei principali istituti di ricerche in ambito nazionale e internazionale, ha svolto la rilevazione su un campione di 1.000 individui di età superiore ai 25 anni, rappresentativi della popolazione italiana per età e area di residenza. Il campione interpellato ha avvalorato l’altissima riconoscibilità del marchio Melinda con una brand awareness pari al 97%.

            La marca risulta un parametro fondamentale nelle dinamiche d’acquisto (ben il 66% la ritiene “importante” o “molto importante”) e Melinda vanta il primato come brand che assicura gusto, qualità, genuinità e naturalezza, requisiti sempre più ricercati dal consumatore.

            melindaMa quali sono i motivi che spingono a comprare la frutta? La prima caratteristica che invoglia è legata al “gusto” (per il 99% delle persone), seguito dalla “genuinità” (indispensabile per il 98% degli intervistati). Ma risulta fondamentale anche che la frutta acquistata abbia una “qualità costante”, requisito essenziale per 98 persone su 100. Tra i fattori che incoraggiano il consumo di frutta, e in particolare di mele, troviamo anche il rispetto del territorio e l’interesse per i corretti processi produttivi e dei controlli affidabili.

            Melinda è in grado di soddisfare a pieno i desideri del consumatore, racchiudendo in un prodotto unico come le sue mele tutte le motivazioni sopra citate e riconfermando una leadership che rende orgogliosi coloro che, nel rispetto della terra e dei suoi ritmi, concorrono a portare sulle tavole degli italiani l’eccellenza di un territorio unico come quello delle Valli del Noce.

            Copyright: Fruitbook Magazine