melinda-mele-gala-2

Melinda, la nuova stagione si apre nel segno della qualità. 460 mila tons. previste in Trentino


Al via la raccolta delle mele in Trentino: Melinda, il consorzio melicolo della Val di Non e di Sole, ha ottime aspettative di quantità e qualità per la stagione 2018/19. Il meteo ideale, unitamente all’impegno quotidiano dei melicoltori trentini, ha portato allo sviluppo di frutti dalle eccellenti caratteristiche. Il rafforzamento dell’accordo fra Melinda e il consorzio La Trentina porterà a una nuova stagione di vendita che vede APOT (Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini) come referente commerciale: in totale saranno quasi 460 mila le tonnellate di nuove mele prodotte in Trentino, delle quali circa 400 mila nelle Valli di Non e Sole

 

Dalla Redazione

 

mele-Gala-Melinda

Le previsioni produttive in Trentino parlano di quasi 460 mila tonnellate di mele raccolte

È iniziata ufficialmente la stagione di raccolta 2018/19 delle mele Melinda. A debuttare, come sempre, sono le Gala, da subito primizie protagoniste a MondoMelinda, il centro visitatori del Consorzio nella sede di Segno di Predaia. Seguiranno le tre varietà Dop Melinda: Renetta Canada, Red Delicious e, a partire da metà settembre, la Golden Delicious, la regina delle Valli del Noce. Sarà infine il turno di Evelina e Fuji, che concluderanno in autunno ormai avviato il periodo della raccolta in Trentino.

 

Le mele raccolte saranno disponibili per i consumatori italiani ed esteri tutto l’anno, mantenendo freschezza e proprietà nutrizionali come appena colte, grazie alla capacità di conservazione dei frutti del Consorzio, che comprende anche l’avveniristico impianto all’interno delle Celle Ipogee scavate nella roccia delle Dolomiti, unicità mondiale di Melinda.

 

Il rafforzamento dell’accordo fra il Consorzio Melinda e il Consorzio La Trentina, porterà a una nuova stagione di vendita nella quale APOT (Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini) commercializzerà sia le mele a marchio Melinda provenienti dalle Valli di Non e Sole, sia quelle a marchio la Trentina raccolte nelle altre valli trentine. In totale, secondo le previsioni degli ultimi giorni, saranno quasi 460 mila le tonnellate di nuove mele prodotte in Trentino, delle quali circa 400 mila nelle Valli di Non e Sole, in linea con quanto registrato negli ultimi anni eccetto l’ultimo in cui, a causa delle gelate primaverili verificatesi, è stato possibile raccogliere solo un quarto della normale produzione.

 

melinda-gerevini-fm

Paolo Gerevini, direttore di Melinda (copyright: Fm)

“Le previsioni sono ottimistiche e permettono di tracciare un quadro di generale soddisfazione. – dichiara Paolo Gerevini, direttore generale del consorzio melicolo – Da un punto di vista qualitativo, le Melinda non tradiranno la loro promessa di eccellenza. Il clima ci è stato alleato, con molto sole e tanta pioggia di notte. La natura quest’anno è stata generosa, così come l’impegno quotidiano dei melicoltori, che fino alle scorse settimane sono stati impegnati nell’importantissima operazione di selezione e diradamento”. I presupposti positivi della nuova stagione dovrebbero dunque permettere alle oltre 4 mila famiglie del Consorzio Melinda di raccogliere frutti conformi agli altissimi standard per i quali la mela dal bollino blu è famosa ed apprezzata in Italia e all’ estero.

 

Copyright: Fruitbook Magazine





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo