L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Savéol: a Fresh Retailer la linea “sans pesticides”, fiore all’occhiello della cooperativa francese

            Savéol

            Savéol, marchio di punta della francese Coopérative Maraichère de l’Ouest Sca, che ha come core business la produzione di pomodori, era tra i 22 espositori della quarta edizione di Fresh Retailer con uno stand dedicato. Tra i prodotti esposti una vasta gamma di pomodori sans pesticide, il fiore all’occhiello della cooperativa bretone. Coltivati in serre con l’aiuto di insetti impollinatori e ausiliari (allevati nella loro pionieristica serra di insetti attiva dal 1983), questi pomodori vanno oltre il residuo zero: dal momento in cui la pianta fiorisce non vengono utilizzati trattamenti di pesticidi di sintesi

            Dalla Redazione

            Savéol

            copyright: Fm

            Savéol, che trova nel motto “Coltiviamo il giusto” la sua filosofia aziendale, è il marchio di punta della Coopérative Maraichère de l’Ouest Sca con quartier generale a Plougastel-Daoulas, nel dipartimento del Finistère. Nota soprattutto per la produzione di pomodori, la cooperativa ad oggi conta 120 orticoltori che coltivano pomodoro in serra su un’area di 219 ettari, una produzione a cui si affiancano 47 ettari di fragole e poi aree più piccole per la coltivazione dei peperoni,  salicornia e cetrioli.

            Qualità e gusto sono due fattori molto importanti per Savéol – spiega la responsabile marketing clienti di Savéol Claire Malgorn -, abbiamo una serra dedicata all’innovazione varietale, dove vengono testate circa 200 nuove varietà di ortaggi. Ogni giorno il nostro team di agronomi compie delle visite nelle serre dei nostri produttori per consigliarli e orientarli verso i metodi di coltivazione che riteniamo essere i migliori. Inoltre, ci affidiamo a un laboratorio indipendente che effettua analisi di qualità e valuta il profilo organolettico dei nostri prodotti confrontandoli con quelli dei nostri concorrenti, per capire la nostra posizione sul mercato”. L’impresa bretone lavora così ogni giorno nell’ottica del rispetto della natura e con l’obiettivo di soddisfare il desiderio del consumatore di portare in tavola prodotti gustosi, saporiti e sicuri.

            L’azienda impiega 2.500 dipendenti nei magazzini dedicati alla produzione e alla lavorazione – una delle piattaforme si prevede raddoppierà presto – e ha chiuso il 2018 con un fatturato di 203 milioni di euro e un incremento dell’8%. Come sottolinea Patricia Dinahet, export manager della cooperativa, è in crescita anche l’export: “abbiamo una quota export del 10% e principali mercati sono Italia, Germania, Austria, Danimarca, i paesi scandinavi, Inghilterra, Irlanda e Spagna. Stiamo anche sviluppando nuovi mercati, che raggiungiamo per via aerea, come gli Emirati Arabi Uniti e Hong Kong”.

            Savéol

            Patricia Dinahet, export manager della cooperativa, nello spazio espositivo Savéol durante la quarta edizione di Fresh Retailer (copyright: Fm)

            Durante la quarta edizione di Fresh Retailer, Savéol ha presentato una vasta gamma di pomodori, core business della cooperativa, ma non solo.  Primi fra tutti i pomodori della gamma senza pesticidi, tra le proposte a maggior valore di Savéol. Come spiega Dinahet, “con la gamma sans pesticides si supera il concetto di residuo zero in quanto dal momento esatto in cui la pianta fiorisce non vengono utilizzati trattamenti di sintesi o antiparassitari. Il risultato sono pomodori senza residui”. L’approccio di Savéol prevede controlli settimanali in laboratori indipendenti, necessari a certificare il lavoro svolto. “Nel 2014 abbiamo adottato questo approccio sostenibile e rivolto alla tutela dell’ambiente. – osserva Dinahet – Al tempo gran parte dei nostri pomodori erano già prodotti senza pesticidi, ma abbiamo voluto iniziare a comunicarlo al cliente, procedendo con la certificazione. Un lavoro sicuramente non facile, ma che ci sta dando molte soddisfazioni”.

            Savéol

            Savéol Nature: lo spazio dedicato all’allevamento di insetti utili è aperto a visite guidate per i più piccoli e le famiglie

            L’attenzione alla sostenibilità di Savéol risale al 1983, anno in cui la cooperativa accoglie un allevamento di insetti utili al proprio interno. “ 6.500 metri quadri di serre dedicate alla crescita e proliferazione di bombi e altri insetti utili per la crescita delle piante, l’impollinazione e il controllo delle specie nocive come le mosche bianche. Tutti insetti predatori dei principali fitofagi che dobbiamo combattere” prosegue la responsabile marketing clienti Claire Malgorn. La particolarità di questa struttura è che si tratta di una serra aperta al pubblico, che viene mostrata ai clienti Savéol, ma non solo, anche a famiglie e scolaresche. Non solo “sans pesticides” ma anche biologico, la cui produzione si prevede aumentare, grazie a molti loro produttori che sempre di più si stanno convertendo. Savéol, in qualità di pioniere della protezione biologica integrata, rimane ad oggi l’unica cooperativa di orticoltura in Europa ad avere un proprio allevamento di insetti chiamato Savéol Nature, specializzata nell’allevamento di insetti impollinatori che permettono la riproduzione dei boccioli di pomodoro e fragola e insetti ausiliari che combattono naturalmente i parassiti, sostituendo così i prodotti chimici al fine di preservare l’ambiente, la salute e la qualità dei raccolti.

            Savéol

            La gamma Savéol sans pesticides è  quindi oggi il ‘fiore all’occhiello’ nata da una politica di produzione responsabile avviata dalla cooperativa da oltre 35 anni: il risultato di un approccio che promuove un’agricoltura responsabile e solidale, chiamata Démarche nature (l’approccio alla natura). In Francia i prodotti offerti sans pesticides sono in continuo aumento e Savéol è la prima marca per questo segmento di mercato. I piccoli frutti sans pesticides raggiungono circa il 16% dell’offerta globale. Anche in altri paesi, come in Italia e Spagna, si sta riscontrando un interesse crescente dei consumatori  – o presa di coscienza –  per i prodotti sani all’insegna della salute, tra cui rientra la gamma sans pesticides.

            Savéol

            Nello spazio espositivo dedicato a Savéol, allestito durante la quarta edizione del nostro evento Fresh Retailer, per la gamma senza pesticidi erano presenti le vaschette Mélange couleurs 350g,  un mix di piccoli frutti colorati misti ideali come snack, Coeur de pigeon 250g, dei datterini rossi anch’essi idonei alla preparazione di snack, tartine e aperitivi, Collection gourmande 750g, un mix molto colorato di frutti antichi verdi, gialli, rossi, rosa all’insegna del colore e della freschezza, poi ancora il Torino 600g, una tipologia di San Marzano dalla polpa densa e poco succosa, ideale per la cottura o per fare dei panini perché non perde acqua e non rilascia umidità. Infine, erano esposti in cartoncini da 1 kg di formato i datterini rossi Colis Ceuillette nature 1kg e un mix colorato di frutti piccoli da 1 kg, il Colis Cueillette couleurs 1kg. A queste proposte, presentate alla quarta edizione di Fresh Retailer,  si aggiungono anche la vaschetta di ciliegino da 250g, una varietà di ciliegino più grande adatto ai cocktail e tartine e infine il grappolo ramato da 750g, tutti sans pesticide.

            Savéol

            Savéol propone inoltre una gamma di pomodori declinata su tre concetti legati alle emozioni: “piacere, seduzione e passione”. Claire Malgorn spiega che “sono nomi un po’ particolari, ma che definiscono correttamente l’offerta premium Savéol, capace di non fermarsi solo al prezzo, ma di andare oltre: una proposta che deve essere in grado di soddisfare i desideri del consumatore ed emozionarli”. Per la linea dei pomodori Savéol presenti nell’area expo citiamo così anche: “Piacere” dedicata ai frutti più piccoli, “Seduzione” specifica per i ciliegini più aromatici e “Passione” che raggruppa le varietà antiche, tra cui la Collection Gourmande, composta da frutti antichi e molto colorati (verdi, gialli, rossi, rosa…) con varie tipologie per una proposta all’insegna del colore e della freschezza, più il Cuor di Bue Savéol, apprezzato per la forma generosa e il gusto fondente che esalta le insalate e infine la linea Nature et Vitalité , dove possiamo trovare il Torino, che sta riscuotendo particolare interesse in Italia.

            Copyright: Fruitbook Magazine