L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Unitec a Berlino, debutta Uniq per la qualità interna. Il fatturato 2018 sale del 30%

            Unitec_Uniq_Plums_FL19_Fm

            Uniq Plum di Unitec (Copyright: Fm)

            Il Gruppo Unitec, specializzato nella progettazione e realizzazione di tecnologie altamente performanti e innovative per la lavorazione e classificazione della qualità di frutta e verdura fresca, è fra i protagonisti italiani a Fruit Logistica 2019. Il palcoscenico di Berlino è l’occasione per presentare e lanciare sul mercato internazionale l’ultima frontiera nel campo della classificazione della qualità dei mirtilli: la tecnologia Blueberry Vision 3, upgrade di ultima generazione della tecnologia Blueberry Vision 2. Intanto il fatturato 2018 è cresciuto del 30 per cento. Il presidente Angelo Benedetti: “Cresciamo perché crescono i nostri clienti, anche grazie alle nostre tecnologie”

             

            Dalla Redazione

             

            Unitec_FL2019_Benedetti_Fm

            Angelo Benedetti durante la conferenza stampa Unitec a Fruit Logistica 2019 (Copyright: Fm)

            Dopo agli eccellenti risultati ottenuti dalle centrali ortofrutticole grazie all’ausilio di Blueberry Vision 2, arriva oggi Blueberry Vision 3, tecnologia in grado di portare ad una nuova profonda evoluzione nel mercato mondiale dei mirtilli. La massima affidabilità e precisione nella classificazione della qualità si coniugano in Blueberry Vision 3 a un incremento della produttività senza precedenti. Ma le innovazioni presentate da Unitec a Berlino non finiscono qui. Protagonisti alla tre giorni berlinese sono anche gli innovativi sistemi per la classificazione della qualità interna di mele, kiwi e prugne: Uniq Apples, Uniq Kiwi e Uniq Plum.

             

            Insieme alle tecnologie per la classificazione della qualità esterna Kiwi Vision 3, Plum Vision 3 e Apples Sort 3, oggi con le tecnologie della gamma Uniq questi frutti “non avranno più segreti”, rivela il gruppo a Berlino. Un nuovo importante traguardo tecnologico quello raggiunto dall’azienda romagnola, per dare alle centrali ortofrutticole che le si affidano la massima garanzia di un prodotto di qualità coerente nel tempo. In vetrina a Fruit Logistica anche Uni Manager Dates, la calibratrice elettronica Unisorting dotata dell’ultimo upgrade tecnologico di Dates Sort 3, in grado di visionare il 100% della superficie di ogni dattero, per garantire massima affidabilità e precisione nella classificazione di questi frutti.

             

            Unitec_Unisorting_Uniq_FL19_Fm

            Uniq Apples di Unisorting (Copyright: Fm)

            Infine, Fruit Logistica 2019 è anche l’occasione per fare un bilancio sul primo anno di vita delle tecnologie Cherry Vision 3.0 per la classificazione della qualità delle ciliegie e Pears Sort 3 per la classificazione della qualità delle pere. Un anno molto importante per Unitec, che in questi ultimi 12 mesi ha innovato e continua a innovare senza sosta. Il gruppo infatti crede fortemente che l’innovazione continua sia l’unica strada possibile per poter dare risposte concrete e altamente performanti alle necessità di ogni cliente. Il team Unitec si presenta ancora una volta a Fruit Logistica con un unico obiettivo: aiutare attraverso le proprie soluzioni tecnologiche a migliorare il business delle centrali ortofrutticole mondiali.

             

            APPROFONDIMENTO SULLE TECNOLOGIE
            BLUEBERRY VISION 3. Blueberry Vision 2 è stata la prima tecnologia al mondo in grado di visionare il 100% della superficie di ogni singolo mirtillo. Blueberry Vision 3 è dotata di telecamere con una risoluzione ancora maggiore, che permettono una classificazione delle qualità del frutto ancora più performante, precisa e affidabile. Completamente proiettata al futuro, Blueberry Vision 3 è stata sviluppata in modo da permettere la più ampia gamma di evoluzioni ed è in grado di coniugare altissima produttività, massima affidabilità nella classificazione e un’efficienza e delicatezza nel trattamento del frutto mai raggiunte prima d’ora.

             

            CHERRY VISION 3.0. Cherry Vision 3.0 per la classificazione delle Ciliegie, lanciata proprio a Berlino un anno fa, in questi 12 mesi ha fatto il giro del mondo, portando risultati concreti ai clienti che l’hanno scelta nei vari continenti. Tra i risultati più sorprendenti, quelli ottenuti in Cile. Nel 2018 sono molte le centrali ortofrutticole di questo Paese che, grazie alla tecnologia Cherry Vision 3.0, hanno affrontato con successo la stagione ciliegie e hanno intrapreso o intensificato il loro processo di esportazione di ciliegie nel resto del mondo, in particolare nel Far East, notoriamente molto esigente in termini di qualità richiesta.

             

            Unitec_Uniq_Plums_FL19_Fm

            Uniq Plum di Unitec (Copyright: Fm)

            È il caso, ad esempio, di Geofrut, centrale Ortofrutticola cilena che già da anni si affida alle tecnologie Unitec e che nel 2018 ha voluto rinnovare al gruppo la sua fiducia scegliendo Cherry Vision 3.0. Queste le parole entusiaste di Cristian Echeverría, socio titolare di Geofrut: “Grazie a Cherry Vision 3.0, stiamo ottenendo un prodotto, all’interno della confezione finale da esportare, davvero conforme a ciò che desideriamo! E i risultati, devo dirlo, ad oggi sono stati sopra le aspettative! La tecnologia Unitec si è imposta nei mercati di destinazione. I nostri principali acquirenti, non intendo solo di Geofrut ma di tutta l’industria cilena, sono gli acquirenti cinesi. E senza ombra di dubbio loro preferiscono scegliere un prodotto lavorato e confezionato da linee Unitec!”.

             

            PEARS SORT 3. Anche Pears Sort 3, l’innovativa tecnologia Unisorting del Gruppo Unitec per la classificazione della qualità delle pere, è stata lanciata un anno fa e ha già dato risultati sorprendenti. A luglio 2018, all’interno di uno degli stabilimenti della centrale ortofrutticola Diamond Fruit Growers, nello stato dell’Oregon, è stato inaugurato un impianto a 18 canali dotato della tecnologia Pears Sort 3: si tratta del primo impianto al mondo fortemente specializzato per la lavorazione e la classificazione della qualità delle pere. “Abbiamo ricevuto commenti dai nostri packers che hanno visto la frutta che esce dalla nostra linea. Dicono che il livello di qualità che hanno riscontrato è il più omogeneo che abbiamo mai raggiunto prima!”: queste le parole con cui il presidente di Diamond Fruit Growers, David Garcia, ha commentato i risultati ottenuti.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine