sadler

A Fresh Retailer 2017 i piatti stellati di Sadler** e i vini Tre Bicchieri 2018


Fresh Retailer vuole essere un evento di business e networking, ma anche un occasione per stringere relazioni in un contesto esclusivo ma informale, assaporando le preparazioni prelibate di uno chef stellato in abbinamento ai calici di alcuni dei migliori vini italiani, premiati con i Tre Bicchieri 2018. Tra i piatti protagonisti anche gli spaghetti di barbabietola rossa con funghi porcini in collaborazione con DimmidiSì e i cereali antichi con guazzetto di gamberi, pomodoro fresco e verdurine in collaborazione con Pedon. Protagonisti anche gli estratti freschi di Insal’Arte, i succhi di mela di Leni’s e la birra artigianale a base radicchio proposta da Geofur. Ecco la proposta enogastronomica della terza edizione dell’evento organizzato dalla nostra testata Fm, in programma venerdì 29 settembre a Milano, agli East End Studios di via Mecenate

 

Dalla Redazione

 

Anche quest’anno il protagonista gourmet di Fresh Retailer, l’evento esclusivo per il settore ortofrutticolo che Fm organizza venerdì 29 settembre a Milano, agli East End Studios di via Mecenate, è Sadler, società che opera dal 1996 nel settore del catering & banqueting.

 

Nasce dall’esperienza di Claudio Sadler, chef stellato titolare del Ristorante Sadler di Milano, autore di autorevoli libri di cucina e apprezzato per la sua arte culinaria a livello internazionale.
 Dal welcome coffee, al tea break, fino alla light dinner, la proposta gastronomica per i partecipanti a Fresh Retailer porta la firma dello chef che si fregia di due stelle Michelin.

 

L’apericena si apre con una ricca proposta di appetizer freddi e caldi:
quadrucci di pan brioche con terrina di faraona, verdurine e salsa monferrina; tartellette con mousse di finocchi al Pernod e gamberi al vapore; cestino di brisè con crema di gorgonzola allo spumante e pere glassate; conetti croccanti con crema di riso allo zafferano e polvere di cipolla affumicata; piccoli club sandwiches al tacchino, lattuga, casera e pomodoro; piccoli croissant salati con prosciutto di Langhirano, stracchino lombardo e ruchetta; piccolo hamburger di chianina, formaggio e pancetta; La Collinetta formaggio Salva in crosta di farina gialla; cestini con fonduta di tome dolce; crocchette di gamberi e verdurine in crosta di mandorla; monoporzioni di 
insalata di salmone bio dry, foglie di ostrica e perle di yuzu; carne celtica con insalata di zucchine e vinaigrette di robiola; tatin di funghi porcini e mozzarella con insalata di funghi porcini e raspadura.

 

Questo il menù della light dinner:

. Lasagnette alla parmigiana con filetti di pomodoro fresco e pesto leggero

. Cereali antichi della linea “C’è di Buono” di Pedon con guazzetto di gamberi, pomodoro fresco e verdurine

. Spaghetti di barbabietola rossa DimmidiSì saltati con funghi porcini e raspadura lodigiana

. Cremino al fior di latte con insalata di lamponi e gelatina d’arancia

. Pastiera napoletana con spuma al limoncello

. Millefoglie rotta con crema chantilly e scaglie di cioccolato

 

Fin dal welcome coffee sarà poi possibile degustare alcuni dei migliori vini italiani, tutti premiati con i Tre Bicchieri 2018 del Gambero Rosso. In particolare come spumante è stato scelto il Cà del Bosco Vintage Collection Dosage Zéro 2012, un Franciacorta puro, sincero, frutto della migliore espressione di uno straordinario terroir. Come vino bianco fermo abbiamo selezionato il Pinot Bianco Sanct Valentin 2015 della Cantina Produttori di San Michele Appiano, in Alto Adige. un vino di vertice vivace e pieno di energia, che si distingue da un lato per forza e pienezza, dall’altro per chiarezza e fine minerali. Infine per il grande rosso siamo scesi in Sicilia, con il Quater Vitis Rosso 2014 di Firriato, un vino straordinario che racchiude in sé i quattro vitigni più tipici dell’isola: Nero d’Avola, Perticone, Frappato e Neretto dell’Etna.

 

Copyright: www.fruitbookmagazione.it

 





C'è 1 Commento

Aggiungi il tuo
  1. Manuela

    Non avevo dubbi che la cantina Firriato sfruttasse occasioni così appetitose per dare risalto ai suoi vini. Ammiro molto la capacità della cantina di diffondere la qualità dei prodotti siciliani nel mondo e sono molto felice che riesca nel suo intento. Conosco i vini Firriato fin dalle prime produzioni e non ne ho più fatto a meno. Per fortuna non è difficile reperire i suoi vini online, ultimamente ho comprato quasi tutta la selezione su un sito che offre diversi vini siciliani a un buon prezzo, http://www.fratellimazza.it. Non vedo l’ora di stapparli!


Invia un nuovo commento