L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Coop, a Como il nuovo concept green. Nel reparto ortofrutta meno plastica e pesticidi

            Coop Lombardia inaugura il 21 novembre il nuovo supermercato di Como da 2500 metri quadri con proposte di prodotti di qualità a filiera controllata e con contenuti di etica, legalità e sostenibilità. Un punto vendita tecnologicamente avanzato che ama l’ambiente, con oltre 1.000 metri quadri di verde verticale che spiccano sulla facciata. L’impegno per la sostenibilità è dimostrato anche in ortofrutta: le vaschette presenti nel reparto sono realizzate per l’80% da materiale riciclato e sacchetti ed etichette sono compostabili. Nell’assortimento di frutta e verdura prosegue anche l’impegno del gruppo nella riduzione dei pesticidi

            Dalla Redazione

            Coop ComoUno stabile di ultima generazione nato sulle ceneri di un’area dismessa, quella dell’ex concessionario Mercedes del Gruppo Scarr a Como. L’architetto che ha sviluppato il progetto, Giorgio Motta, spiega: “Non c’è stato alcun consumo di suolo e ogni dettaglio è stato pensato nell’ottica del rispetto dell’ambiente: espressione di questo concetto è la galleria verde che accoglie i clienti”. È un punto vendita green, sia dal punto di vista visivo che progettuale, il nuovo supermercato Coop di Como, che apre al pubblico giovedì 21 novembre. Lo store si estende su 2.500 metri quadri con proposte di prodotti di qualità a filiera controllata e con contenuti di etica, legalità e sostenibilità.  È un punto vendita caratterizzato da un alto contenuto di innovazione e tecnologia, che si fa amico dell’ambiente: a simboleggiare questo amore per la natura sono gli oltre 1.000 metri quadri di verde verticale che spiccano sulla facciata. 

            All’ingresso del negozio soci e clienti sono accolti dai colori e dai profumi di frutta e verdura, grazie alla comunicazione integrata utilizzata in tutto il reparto ortofrutta, dove la stagionalità è presentata trasversalmente con messaggi chiari ed evocativi concetti di freschezza, salubrità e qualità. “Su questo tema – scrive Coop Lombardia in una nota – abbiamo promosso e rilanciato la strategia di riduzione dei pesticidi avviata 26 anni fa e da oggi la stiamo rafforzando con la progressiva eliminazione di quattro molecole controverse per il loro impatto ambientale, tra cui il glifosato”.

            La struttura del negozio, il percorso di spesa e la sequenza merceologica garantiscono una spesa veloce e intuitiva. Oltre l’Ortofrutta, si trova uno spazio dedicato al non alimentare: prodotti di cancelleria, libri, cartoleria e una selezione di giocattoli per bambini e ragazzi. Proseguendo con il percorso di spesa, dopo gli alimenti salutistici e gli integratori alimentari ci sono i banchi assistiti della pescheria con corner sushi, macelleria, gastronomia e panetteria, “dove esprimiamo il meglio della nostra freschezza e delle nostre competenze”, continua Coop Lombardia; davanti ad ogni banco ci sono anche i relativi reparti take away, per un servizio più rapido e la stessa qualità enogastronomica.

            Coop ComoSuperata l’area dei freschissimi si arriva quindi a quella dedicata alle acque e alle bevande, con la cantina vini, passando poi per il corner salute. Oltre alle casse tradizionali ci sono anche le “Casse fai da te”, per pagare velocemente la spesa risparmiando tempo. Il punto vendita è dotato di due ampi parcheggi uno esterno a raso per entrare rapidamente in negozio e uno al piano interrato dotato anche di una postazione per la ricarica elettrica.

            Con il nuovo negozio di Como prosegue il percorso di Coop Lombardia verso un nuovo concept di negozio, un luogo che racchiude non solo prodotti, ma anche servizi innovativi. “Nell’ ultima struttura si concretizzano i principi guida della nostra cooperativa – conclude Coop Lombardia -: tutta la comunicazione è volta a consolidare e ricordare il nostro impegno per rispettare i valori per noi fondamentali di qualità, tracciabilità, con il controllo e la conoscenza di tutta la filiera, di etica e legalità. Un impegno profuso nel rispetto per l’ambiente e con attenzione per le generazioni future. Un esempio? In ortofrutta le nostre vaschette sono realizzate per l’80% da materiale riciclato e sacchetti ed etichette sono compostabili”.

            Copyright: Fruitbook Magazine