L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Cresce MD. Podini: “Oltre un miliardo nel triennio per lo sviluppo della rete”

            MD, secondo player italiano del settore discount con 725 punti vendita in tutta Italia e otto centri logistici, annuncia un ambizioso piano di sviluppo triennale. Il fatturato è cresciuto del 130% dal 2014 e si attesta a 2,3 miliardi di euro. Patrizio Podini, fondatore e presidente del gruppo, alla convention annuale ha parlato dell’apertura di 45 nuovi punti vendita in media all’anno entro il 2021, per un investimento complessivo che supererà il miliardo di euro. La strategia dell’insegna si riassume in poche parole chiave: sviluppo rete, potenziamento dell’offerta dei freschi, qualità e controlli ai massimi livelli, potenziamento della squadra anche grazie all’ingresso di nuove figure manageriali di primo piano, comunicazione

             

            Dalla Redazione

             

            MD discount

            Nei prossimi tre anni MD investirà oltre un miliardo per l’apertura di 45 nuovi punti vendita

            “Oggi siamo di fronte a un momento storico della distribuzione, italiana e mondiale, a cui risponderemo con una crescita decisa, continua e determinata”. Così Patrizio Podini, fondatore e presidente di MD Spa, fa il punto sulle strategie del gruppo leader della grande distribuzione nazionale, secondo player italiano del canale discount con 725 punti vendita in tutta Italia e una quota di mercato del 15%.

             

            Il gruppo ha presentato il suo piano di sviluppo in occasione dalla convention nazionale che ha riunito a Sorrento più di mille addetti provenienti da tutta Italia: dirigenti delle sedi di Gricignano e Trezzo d’Adda, quadri, store manager, affiliati e partners. I numeri parlano chiaro: tra il 2014 e il 2017, dopo la storica acquisizione di LD Market, sono stati aperti 38 nuovi negozi a format e ristrutturato 130 filiali, con un incremento del fatturato del 130%. Fatturato che, a chiusura dell’esercizio nel 2017, si attesta a 2,3 miliardi di euro (+9,5% sul 2016).

             

            “Tra il 2018 e il 2021 contiamo di aprire in media 45 nuovi punti vendita da 1.500/2.000 metri quadri all’anno, a cui continuerà ad affiancarsi la ristrutturazione di centinaia di filiali, creando lavoro per altre 2.200 persone (che si vanno ad aggiungere agli attuali 6.500 dipendenti a livello nazionale, ndr), con una media di 550 nuove assunzioni ogni anno”, prosegue il cav. Podini. L’investimento previsto? “Oltre un miliardo di euro”.

             

            Non teme dunque l’avanzata di Aldi o di qualsiasi altro competitor sul mercato, il gruppo guidato da 24 anni dalla famiglia Podini. Il primo step di questa decisa accelerazione verso la crescita si è visto già il 18 gennaio scorso, quando MD si è aggiudicata all’asta per oltre 13 milioni il terreno delle ex acciaierie di Cortenuova (Bergamo) destinato alla realizzazione del più grande polo logistico in Italia nel canale discount, per un investimento di 80 milioni di euro (leggi qui).

             

            Podini MD

            Il cavalier Patrizio Podini, presidente e fondatore di MD

            Le strategie di crescita del Gruppo per i prossimi anni sono quindi riassumibili in poche parole chiave: sviluppo rete, potenziamento dell’offerta dei freschi, qualità e controlli ai massimi livelli, potenziamento della squadra anche grazie all’ingresso di nuove figure manageriali di primo piano, comunicazione.

             

            Sono stati presentati ufficialmente durante la Convention i nuovi manager che affiancheranno il Cavaliere nel programma di sviluppo quadriennale delineato: il direttore generale Piermario Mocchi e il direttore commerciale Vittorio Amatucci, ruolo inedito in MD, ma in linea con il nuovo corso seguito dall’azienda. Mocchi, milanese, classe 1964, ha ricoperto altri ruoli manageriali nel settore della distribuzione, prima in Carrefour, poi in Artsana Prenatal e negli ultimi due anni in IAG (la principale Associazione Italiana di Business Angel). Amatucci, nato a Napoli nel 1969, ha fatto carriera in Multicedi, dove ha seguito importanti progetti tra i quali l’avvio dell’insegna locale Decò, il freezer Center Decò Superfreddo, fino alle campagne di comunicazione e marketing locali e nazionali.

             

            La comunicazione, in questo piano di sviluppo ambizioso, ricopre un ruolo strategico per MD, che riconferma la sua presenza sui principali media nazionali con la testimonial d’eccezione Antonella Clerici, intervenuta anche lei alla convention. “Se lo dice la Clerici, credici” è lo slogan degli spot radiofonici, che è diventato ormai un vero e propri tormentone. “Mi ci riconosco in queste parole – rivela Podini, che da qualche tempo figura negli spot come co-protagonista, nel ruolo di guida della Clerici alla scoperta dei punti vendita MD – perché testimonia il patto che ho fatto con il mio pubblico, di fiducia e vicinanza che non avrei mai tradito se non avessi ritrovato queste qualità in MD”. Per la nuova “coppia artistica” Clerici-Podini si prospetta un periodo di collaborazione che continuerà almeno per tutto il 2019. La conduttroce televisiva firma anche per MD il “Blog di Antonella”, che rappresenta uno degli interventi di comunicazione web dell’azienda che sta dando le maggiori soddisfazioni.

             

            La strategia digitale del gruppo per il 2018 prevede, fra l’altro, un restyling del sito aziendale, il potenziamento dei canali social (in apertura anche le pagine Instagram e Linkedin), la realizzazione di nuovi video istituzionali e la creazione di una nuova App.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine