Radicchi-igp-despar-premium

Despar, debutta da Aspiag Service la linea Premium di quarta gamma dei radicchi IGP


Novità in casa Despar Italia. Da venerdì 19 ottobre, nella rete vendita di Aspiag Service – Despar Nordest, si potrà acquistare la nuova linea Premium di quarta gamma con tre tipologie di radicchi veneti che hanno ottenuto l’Indicazione Geografica Protetta: il radicchio di Chioggia IGP, il radicchio variegato di Castelfranco IGP e il radicchio di Verona IGP. Al progetto hanno lavorato Tatiana Pin di Aspiag Service e Tiziano Bonifazi di Despar Italia. La linea è stata sviluppata in collaborazione e in co-branding con i rispettivi Consorzi di Tutela mentre L’Insalata dell’Orto e OrtoRomi sono i co-packer per il processo di lavorazione e confezionamento

 

di Eugenio Felice

 

Radicchi-igp-despar-premiumLe buste sono monoprodotto con 150 grammi di radicchio già lavato, tagliato e pronto al consumo, da conservare rigorosamente in frigorifero, con shelf life di 6 giorni. La grammatura è stata studiata per avere una duplice funzione: il radicchio può essere sia consumato crudo che usato come ingrediente per piatti come il risotto. Questa nuova linea Despar Premium va a valorizzare un’eccellenza alimentare fortemente legata al territorio. Il radicchio peraltro, non è solo una specialità territoriale, introdotta in Veneto dall’Oriente nel corso del XVI secolo: secondo numerosi e autorevoli studi scientifici, rientra nella famiglia dei superfood, grazie alla ricchezza di polifenoli, dei potenti micronutrienti che preservano dalle malattie, di sali minerali e di vitamina K.

 

Ma quali sono le logiche che hanno portato a queste referenze e cosa ci si può aspettare? Lo abbiamo chiesto a Tatiana Pin, category quarta gamma Aspiag Service. “All’interno dei banchi frigo dell’ortofrutta le insalate in busta sono diventate il terreno di sfida sul quale si giocano le politiche di concorrenza tra competitor. Questo, assieme alla constatazione dell’appiattimento della categoria al ruolo di commodity, ci hanno suggerito la necessità di qualificare l’offerta per rispondere anche all’evoluzione dei bisogni del nostro consumatore. La ricchezza delle produzioni locali ci ha permesso di studiare una linea di prodotti di eccellenza, con un pack elegante e capace di raccontare il territorio di provenienza”.

 

“Particolare attenzione – continua Tatiana Pin – è stata dedicata alla definizione delle grammature, studiate pensando di assicurare 1-2 porzioni per il consumo in insalata e alternativamente la quantità di prodotto idonea all’utilizzo come base cucina per la realizzazione di contorni o primi piatti. Sulle aspettative, bisogna considerare che in ogni famiglia merceologica dove abbiamo inserito una o più referenze a marchio Despar Premium, riscontriamo uno spostamento dei consumi mediamente del 20 per cento dalla referenza tradizionale a quella Premium. Questo dato evidenzia inequivocabilmente che il cliente apprezza le eccellenze alimentari. Punto di forza è stato l’aver studiato delle modalità di presentazione accattivanti”.

 

La private label Despar Premium viene sviluppata in collaborazione con Despar Italia ed è disponibile per tutti i soci presenti sul territorio nazionale che decidono autonomamente quali referenze inserire in assortimento, con un’offerta declinata sulle esigenze della rete vendita. “Grazie alla linea Premium – ci spiega Tiziano Bonifazi, product manager fresh food Despar Italia – Despar è attenta a valorizzare il territorio e la cultura alimentare italiana. Un posto in prima linea è occupato dai prodotti tipici regionali che negli ultimi anni hanno avuto una forte diffusione ed un forte incremento di fatturato. In questa linea raggruppiamo prodotti di eccellenza di frutta secca confezionata, di prima gamma sfusa e confezionata e, novità di questo autunno, anche di quarta gamma”.

 

“Attualmente – aggiunge Bonifazi – i nostri soci hanno la disponibilità di 17 prodotti tra i quali le nocciole del Piemonte IGP, le arance di Ribera DOP, le arance rosse di Sicilia IGP e la cipolla ramata di Montoro. Questa estate hanno avuto un grande successo i meloni mantovani IGP e le pesche e nettarine di Romagna IGP alle quali si sono aggiunte dall’ultima decade di settembre le pere di Romagna IGP, sempre sotto il marchio Despar Premium. Questa linea prevede il lancio di altri sei prodotti entro la prossima estate ed nel mese di ottobre la disponibilità di tre tipologie di radicchi, che rappresentano eccellenze riconosciute del nostro territorio e che vantano una denominazione IGP: il radicchio di Verona IGP, il radicchio di Chioggia IGP, il radicchio di Castelfranco IGP”.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo