yello-envy

envy e yello, le mele club di VOG e VI.P piacciono ai grossisti e alla Gdo


Interesse e ottimo gradimento per le due varietà di mela – rossa e supersweet la prima, gialla e dalle note esotiche la seconda – commercializzate in esclusiva dai consorzi VOG e VI.P. envy, entrata in commercio nella scorsa stagione, nel 2017/2018 ha raggiunto il volume di 1.500 tonnellate, superando la boa di metà campagna sotto il segno dell’ottimismo. yello, dal canto suo, supera la prova dell’assaggio e convince per la shelf life. Dopo l’esordio di dicembre con i primi volumi commerciali, lo sviluppo della nuova gialla prosegue con un apprezzamento crescente nei diversi canali distributivi

 

Dalla Redazione

 

Si conferma il gradimento di grossisti e GDO per envy, entrata in commercio nella scorsa stagione, che nel 2017/2018 ha raggiunto il volume di 1.500 tonnellate, tutte provenienti dall’Alto Adige. La mela del segmento “supersweet” commercializzata dai consorzi VOG e VI.P ha brillantemente superato la metà della campagna, con una richiesta alta e un’ottima continuità. “Da fine novembre ad oggi envy ha dimostrato di reggere molto bene la sfida dei mercati – afferma Gerhard Dichgans, direttore generale del VOG – La qualità del raccolto di quest’anno è stata molto buona e i clienti hanno dimostrato di apprezzare questa mela dolce e croccante”.

 

Dal punto di vista dei canali di vendita, i grossisti rappresentano tuttora il principale bacino di riferimento per la nuova mela; da questa stagione tuttavia è aumentato con continuità anche il canale della GDO, che si è sviluppato con vigore e per il quale VOG e VI.P hanno specificamente riservato alcuni volumi.

 

La commercializzazione delle envy coltivate in Alto Adige da VOG e VI.P proseguirà con regolarità fino alla fine di marzo. L’Italia resta il principale mercato di destinazione, anche se la Spagna è in fase di progressivo sviluppo. I Consorzi VOG e VI.P stanno lavorando insieme a T&G Global per introdurre la mela anche nel centro-nord Europa, e stanno organizzando – sempre attraverso i canali commerciali di T&G – i primi container di prodotto altoatesino verso l’Asia, dove in diversi paesi envy ha già conquistato un solido mercato.

 

Successo anche per i primi test commerciali di yello, la mela originaria del Giappone che oggi è prodotta in Alto Adige e distribuita in esclusiva europea dai consorzi VOG e VI.P. Questa varietà club supera la prova dell’assaggio e convince per la shelf life. Dopo l’esordio di dicembre con i primi volumi commerciali, lo sviluppo della nuova gialla prosegue con un apprezzamento crescente nei diversi canali distributivi.

 

A fine 2017 VOG ha condotto diversi test nei mercati all’ingrosso, nelle città di Milano, Verona, Treviso, Bologna e Pagani (SA), riscontrando un alto gradimento. VI.P ha a sua volta iniziato il posizionamento in Gdo con una catena nel centro Italia, con feedback anche in questo caso molto positivi. Entrambi i canali di vendita hanno dimostrato che yello funziona: piacciono al cliente sia il gusto dolce dal sentore lievemente esotico che la texture della mela.

 

“Piace il sapore e conquista l’ottima shelf life – commenta Fabio Zanesco, direttore commerciale di VI.P – Abbiamo riscontrato in tutti i canali distributivi una buona rotazione e un notevole apprezzamento. Possiamo dunque guardare con ottimismo alla prossima stagione, che vedrà aumentare i quantitativi commerciali di yello”.

 

Oltre ai test in Italia, sono state effettuate valutazioni anche in Olanda, Belgio, Spagna e Germania. I Consorzi VOG e VI.P hanno inviato inoltre campioni a vari clienti a livello europeo ed extraeuropeo, riscontrando ovunque una positiva sorpresa nei confronti di yello.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo