L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Fast&Fresco: 15 zuppe gourmet anche con ingredienti esotici come zenzero e curry

            SAB Ortofrutta, azienda del bergamasco leader nella produzione ortaggi dalla prima alla quinta gamma, ha approfittato di Fruit Logistica per presentare ufficialmente alla grande distribuzione il nuovo brand di zuppe pronte, a base di ingredienti 100% naturali e di qualità. Quindici sono le referenze, suddivise in tre linee: Classiche, Benessere e Premium. Un marchio giovane e distintivo, che vuole comunicare freschezza e facilità di consumo allo stesso tempo, pensato per andare incontro alle nuove esigenze del consumatore con una proposta genuina, gustosa e anche ricercata

             

            di Carlotta Benini

             

            Lo chef alle prese con le degustazioni delle zuppe Fast&Fresco a Berlino

            Il logo è composto da tre pittogrammi: c’è la vanga, che identifica le radici dell’azienda, ben piantate nella terra, e la cultura contadina, con rispetto della natura, dei suoi cicli e dei suoi frutti. Poi c’è il cucchiaio, il ‘cosa facciamo’: nel concreto, rappresenta le azioni messe in campo a tutela dell’ambiente e del lavoro dell’uomo, dal packaging riciclabile, alla produzione esclusivamente italiana, alle tecnologie innovative che permettono dal un lato processi sostenibili, e dall’altro di conservare l’integrità e i sapori degli ingredienti, come se fossero appena cucinati. Infine c’è il punto esclamativo, che simboleggia la novità e la differenziazione dalla concorrenza.

             

            Il brand? È Fast & Fresco ed è una nuova linea di zuppe pronte per mangiar con gusto e in modo salutare, anche quando non c’è tempo o voglia di cucinare. A lanciarla sul mercato, a ottobre scorso, è stata SAB Ortofrutta, azienda di Telgate, in provincia di Bergamo, specializzata nella produzione, lavorazione e commercializzazione di ortofrutticoli freschi di prima, quarta e quinta gamma.

             

            Una ricetta della linea Classiche: proposte tradizionali e alto rotanti

            Sono 15 le referenze presenti ad oggi sugli scaffali di alcune catene distributive italiane, suddivise in tre linee – Classiche, Benessere e Premium – per una proposta studiata per andare incontro alle più moderne esigenze e gusti del consumatore. Fanno parte delle Classiche le referenze Il Minestrone, Passato di verdure, Zuppa ai legumi e spinacino, Zuppa con legumi e cereali, Zuppa dell’orto, Crema di zucca e carote, Crema con Piselli, Crema di legumi e Purè. La gamma Benessere raccoglie invece ricette come il Minestrone delicato, il Passato di verdure delicato e il Passato con zucchine, porri e finocchi. Per le Premium, infine, SAB Ortofrutta propone la Zuppa con lenticchie e zucca al curry, la Vellutata con zucca e porcini, la Vellutata con spinaci, ricotta e zenzero.

             

            Due referenze Benessere e in primo piano Premium

            Il prodotto è confezionato in ciotole bianche da due porzioni e corredato da un top con la fotografia del contenuto e una grafica elegante e personalizzata. Una tovaglia a quadretti, che richiama la tradizione e i buoni piatti della cucina italiana, contraddistingue le ricette della linea Classiche. Una tavola di rovere grigio caratterizza invece il pack della linea Benessere, che sul top riporta anche la tabella nutrizionale. Infine, la linea Premium è identificata da una tavola d’ardesia: un materiale prezioso, come gli ingredienti utilizzati per queste zuppe di alta gamma.

             

            “Gli ortaggi e gli ingredienti di ogni ricetta sono di provenienza 100% naturale”, sottolinea Alice Pezzotta, junior marketing assistant di SAB, che abbiamo incontrato a Fruit Logistica a Berlino. Alcune referenze, notiamo noi, sono completamente vegetali, altre contengono latticini.

             

            “Dietro a ogni ricetta c’è un accurato lavoro di selezione degli ingredienti da parte del team di ricerca di SAB. – continua Pezzotta – Dal lancio sul mercato lo scorso autunno, l’interesse dei consumatori si è mantenuto alto e siamo decisamente soddisfatti dei risultati delle vendite”.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine