L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE PER PROFESSIONISTI E APPASSIONATI DI ORTOFRUTTA
                      L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO
                      L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE PER PROFESSIONISTI E APPASSIONATI DI ORTOFRUTTA

                      Fri-el Greenhouse cresce: altri 18 ettari di serre hi-tech a Ostellato (Fe)

                      Fri-el-Grennhouse-serre-tercnologiche-notte

                      Fri-el Greenhouse, le serre di Ostellato di notte con l'illuminazione artificiale

                      La prima delle nuove serre da 9 ettari ciascuna sarà in produzione a ottobre 2021, la seconda un anno dopo. Un investimento da 60 milioni di euro. Saranno serre attive con riscaldamento e illuminazione artificiale per produrre tutto l’anno un pomodoro sostenibile da filiera certificata. Da questo modello nasce la linea di prodotti H2Orto – Bontà sostenibile. Con le nuove serre si allargherà la gamma dei pomodori e si testeranno altri ortaggi. Forte l’impatto su territorio e comunità: a regime saranno impiegate 400 persone. Florian Gostner: “Creare questo gruppo di lavoro e farlo crescere è una sfida meravigliosa. L’innovazione che ogni giorno mettiamo in campo è frutto delle avanzate tecnologie e dell’entusiasmo delle persone che con noi coltivano il sogno di un futuro più buono e sostenibile”

                      di Eugenio Felice (articolo completo su rivista Fm, edizione di luglio / estate 2020)

                      Fri-el-Gostner-Orlandi-copy-Fm-2020

                      Alessio Orlandi e Florian Gostner di Fri-el Greenhouse (copyright: Fm)

                      “Cercavamo un modo intelligente ed ecosostenibile per non disperdere il calore generato dalle nostre centrali elettriche a biogas e siamo certi di averlo trovato. Siamo un’azienda al 100% italiana orientata a creare valore nel rispetto delle culture locali: promuoviamo la crescita professionale nel settore agricolo, rinnovandolo e rilanciandolo”. Già dalla homepage del sito internet risulta evidente il valore aggiunto di Fri-el Greenhouse: è l’appartenenza a un gruppo con sede in Alto Adige che è tra i principali produttori italiani di energia da fonti rinnovabili (eolica, biomassa e biogas).

                      L’idea vincente è stata quindi quella di affiancare all’impianto a biogas di Ostellato, in provincia di Ferrara, delle serre tecnologiche in cui il calore generato viene utilizzato per riscaldare le serre anche nei mesi invernali così da poter continuare a produrre, grazie anche al formidabile sistema di illuminazione artificiale a led. Un modello virtuoso e sostenibile replicabile un domani negli altri siti produttivi del Gruppo Friel sparsi sul territorio italiano. Parliamo di dimensioni importanti. La serra pilota di Crevalcore, in provincia di Bologna, è operativa dal 2015 su 1,5 ettari e quest’anno produce per la prima volta zenzero fresco che andrà in raccolta dopo l’estate.

                      Le serre di Ostellato sono pienamente operative dal 2018 e si estendono su poco meno di 11 ettari. Si tratta di serre di ultima generazione sul modello olandese, con coperture di vetro, riscaldamento e illuminazione artificiale così da poter produrre per 12 mesi all’anno. Da subito l’attenzione del management, in particolare il titolare Florian Gostner e il direttore commerciale Alessio Orlandi – si è focalizzata sul pomodoro a grappolo, essendo la tipologia più consumata in Europa.

                      Fri-el-Ostellato-serre-tecnologiche-scavi-2020

                      Gli scavi dove sorgeranno le nuove serre, affianco a quelle già esistenti, a Ostellato.

                      Il progetto però non si ferma e, a distanza di tre anni, nel corso di questa estate, sono stati piantati i primi pali delle nuove serre che porteranno quello di Ostellato a essere il sito produttivo monoblocco con serre tecnologiche più grande d’Italia. Alle due serre collegate da 5,4 ettari ciascuna si aggiungono altre due serre collegate da 9 ettari ciascuna. Nel complesso saranno quasi 30 ettari di serre in ferro-vetro. La prima delle nuove serre andrà in produzione nell’ottobre 2021, la seconda andrà in produzione nell’ottobre 2022.

                      Un investimento da 60 milioni di euro che si aggiungono ai 25 milioni già investiti a Ostellato. In inverno le serre saranno riscaldate e illuminate con luci led che riescono a dare alle piante lo spettro cromatico ideale per la loro crescita. Per questo la luce emessa non è bianca ma una combinazione di colori che insieme tendono al viola. Senza l’ausilio del riscaldamento e dell’illuminazione artificiale non si potrebbero produrre pomodori e altri tipi di ortaggi in inverno in Nord Italia a causa delle temperature rigide e delle giornate corte. Così facendo invece le serre possono produrre in continuo per 365 giorni l’anno.

                      Fri-el-Grennhose-H2Orto-copy-Fm-2020

                      Il brand H2Orto è stato lanciato a Marca 2020 (copyright: Fm)

                      [Articolo completo su rivista Fm, edizione di luglio / estate 2020, sfogliabile anche su www.issuu.com/fruitbook]

                      Copyright: Fruitbook Magazine