La-Grande-Bellezza-Italiana-Fm-2018

La Grande Bellezza Italiana, sei imprese in rete per valorizzare l’ortofrutta nazionale


È stata presentata ufficialmente venerdì 5 ottobre, nella suggestiva cornice di Corte Borghetti nel cuore della Valpolicella, la rete di imprese La Grande Bellezza Italiana, che riunisce sei realtà storiche del panorama ortofrutticolo nazionale: la piemontese Joinfruit (Sanifrutta, Ponso, Maero Frutta , Trybeca, Nature Grow), le veronesi Geofur, Perusi, Odorizzi e Coofrutta, la ferrarese Bergonzoni Frutta. L’obiettivo è offrire al mercato un assortimento di fascia premium, che comprende diverse Igp, attraverso un’organizzazione moderna e dinamica e un approccio commerciale e marketing innovativo. Fresco, moderno, essenziale e distintivo il marchio, che si ispira al pluripremiato film diretto da Paolo Sorrentino

 

Dalla Redazione

 

La Grande Bellezza Italiana

Il logo gioca sul colore nero e sull’origine italiana. Il richiamo è al pluripremiato film di Sorrentino

In un mercato tradizionalmente “statico” e frammentato, è possibile introdurre un modello di business capace di creare valore e innovazione, offrendo ai retailer prodotti di alta gamma e una strategia commerciale e marketing dalle grandi potenzialità? Questa è la sfida da cui nasce La Grande Bellezza Italiana, tra le prime reti di imprese nel panorama nazionale ortofrutticolo, espressione di un percorso di valorizzazione a sostegno dell’ortofrutta di qualità made in Italy. La Grande Bellezza Italiana è frutto dell’incontro di sei realtà storiche del nostro Paese, presenti in cinque regioni italiane (Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia) che hanno deciso di mettere a fattor comune esperienza e know-how, unendo le forze per formare una grande società di scopo: una forma di partnership imprenditoriale piuttosto diffusa nel mondo della consulenza e dei servizi, ma inedita nel settore dell’ortofrutta.

 

L’obiettivo è quello di dare vita a un’organizzazione dinamica e flessibile, nata dalla capacità di individuare il modello più adeguato a rispondere alle esigenze del retailer contemporaneo, che in un interlocutore unico individua importanti opportunità di gestione e ottimizzazione degli acquisti, semplificando di conseguenza anche la propria gestione logistica. Accanto ai plus di “sistema”, un fondamentale tratto distintivo è insito nell’eccellenza dell’offerta. Grazie alla sua struttura, infatti, La Grande Bellezza Italiana propone il meglio delle specializzazioni territoriali, riunendo diverse tipicità dislocate su tutto il territorio nazionale. Una expertise che nasce dalla consapevolezza che l’ltalia racchiude un territorio naturalmente vocato per la produzione di eccellenze anche in campo ortofrutticolo.

 

Non a caso è in grado di riunire ben 5 IGP: il Radicchio di Verona, l’Uva di Puglia, le Mele Rosse di Cuneo e la Pera Abate. Senza dimenticare frutti come le pesche e nettarine che vantano il riconoscimento territoriale di San Ferdinando di Puglia. Avvalendosi di capitolati molto severi, La Grande Bellezza Italiana seleziona solo prodotti di alta qualità, da cui consegue un posizionamento di fascia premium. Gli standard qualitativi sono sopra la media e vengono definiti a livello centrale, grazie anche a una forte conoscenza degli areali produttivi, che permette di attivare i migliori produttori della zona, ma monitorati e garantiti direttamente da un partner esterno per il controllo della qualità (Sata).

 

La Grande Bellezza

L’assortimento oggi disponibile comprende anche diverse IGP. Elevata attenzione al packaging

La grande Bellezza Italiana si pone un grande obiettivo di fondo: garantire al mercato un’offerta ampia e di altissima qualità grazie alla selezione delle eccellenze produttive dei diversi areali, assicurando il meglio della frutta di stagione per un periodo di commercializzazione più lungo. Un’innovazione, dunque, anche dal punto di vista commerciale, poiché questo nuovo player dell’ortofrutta ha la capacità di aggregare le eccellenze che il nostro territorio può offrire. Diverse referenze a marchio La Grande Bellezza Italiana sono già presenti in Gdo: la società ovviamente punta ad allargare la distribuzione e il portafoglio prodotti, consolidando le partnership attivate per rispondere a tutte le specifiche esigenze del retailer, a cominciare da flessibilità e innovazione.

 

La Grande Bellezza Italiana si presenta al consumatore con una gamma di prodotti accattivante, oltre che buona, grazie allo studio di packaging di impatto, studiati per differenziare l’offerta nel reparto ortofrutta e per sottolineare, grazie al richiamo ai colori verde, bianco e rosso, l’italianità del progetto. In particolare, il QR code stampato direttamente sull’etichetta garantisce la tracciabilità di ogni singolo lotto e permette al consumatore di ottenere informazioni approfondite sul prodotto che ha acquistato. E tutti i pack presentano l’invito diretto a farlo, attraverso la dicitura: “Questi prodotti hanno una storia tutta italiana. Scoprila”.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo