MIA2018-home

Macfrut Innovation Award: l’ortofrutta è sempre più tech. Ecco i vincitori 2018


È un settore ortofrutta sempre più hi-tech quello fotografato da Macfrut Innovation Award (MIA) 2018, il premio organizzato da Cesena Fiera e L’Informatore Agrario per mettere in evidenza le soluzioni del comparto a più alto contenuto di ricerca e sviluppo. Sono 33 le innovazioni selezionate quest’anno, premiate con nove medaglie d’oro, 20 d’argento e quattro di bronzo (qui l’elenco completo dei premi). Logistica e servizi è la categoria del premio che, assieme a sementi e cultivar innovative, attrae più candidature, sintomo di un comparto che sempre più trova risposte e nuove possibilità a partire dai big-data. Sul fronte delle macchine e attrezzature per prodotti ortofrutticoli o colture protette, le parole d’ordine sono precisione, automazione e sostenibilità. Diventano sempre più naturali anche gli agrofarmaci e i fertilizzanti, i packaging e i materiali di imballaggio, e non mancano le sorprese relative alla V gamma, dove il ricorso ad atmosfere protette va a sostituirsi all’uso di conservanti

 

Dalla Redazione

 

Macfrut Innovation Award Saent Lamboseeds

Lamboseeds vince l’oro a Macfrut Innovation Award con l’asparago Saent

Una macchina elettrica per la raccolta della valeriana, un asparago resistente alle malattie, o un “incubatore” indoor per micro-ortaggi: è un settore ortofrutta sempre più hi-tech quello fotografato da Macfrut Innovation Award (MIA) 2018, il premio organizzato da Cesena Fiera e L’Informatore Agrario per mettere in evidenza le soluzioni del comparto a più alto contenuto di ricerca e sviluppo. Sono 33 le innovazioni selezionate quest’anno dalla commissione tecnica che, per la quarta edizione del premio, ha assegnato nove medaglie d’oro, 20 d’argento e quattro di bronzo. I progetti finalisti saranno in mostra alla Fiera di Rimini dal 9 all’11 maggio: la premiazione dei vincitori è in programma mercoledì 9 maggio alle 15 nell’area meeting del Padiglione D7.

 

“È un mondo immaginario quello di un’ortofrutta immobile poco propensa alle novità. – spiega Renzo Piraccini, presidente di Macfrut – Al contrario, gli imprenditori, lungo tutta la filiera, sono estremamente votati all’innovazione. I vincitori di questa quarta edizione lo confermano a chiare lettere”. Per Antonio Boschetti, direttore della storica casa editrice veronese: “Da 4 anni la collaborazione tra L’Informatore Agrario e Macfrut sottolinea ed evidenzia la vivacità di un settore che, alla sfida della competitività, sta rispondendo con la ricerca e l’innovazione. Quest’anno più che mai, le soluzioni segnalate dal Macfrut Innovation Award sono orientate verso l’Internet of Things e lo sharing”.

 

Macfrut Innovation Award Cefla Grow Unit

Cefla premiata al MIA 2018 Grow Unit, un sistema di crescita indoor per micro ortaggi

A partire dalle app per condividere sui social o dalle piattaforme di condivisione dati per la filiera verticale, infatti, è proprio la Logistica e servizi una delle categorie del premio che, assieme a sementi e cultivar innovative, attrae più candidature, sintomo di un comparto che sempre più trova risposte e nuove possibilità a partire dai big-data. Fra le soluzioni logistiche e i servizi più hi-tech si segnalano le due medaglie d’oro, vinte da DAI Global con un sistema di condivisione su social media di informazioni tecniche per la coltivazione di specie orticole e dal laboratorio Feed con Feedentit, una piattaforma di condivisione dati con l’obiettivo di fornire a tutti gli operatori della filiera agroalimentare una serie di servizi che permettano di assicurare lo scambio i informazioni in modo semplice e intuitivo.

 

Fra le cultivar più innovative premiate a Macfrut 2018 si segnala il pomodoro Camone L’Orto di Eleonora, varietà autoctona del territorio sardo prodotta 10 mesi all’anno da Agricola Campidanese, premiato con la medaglia d’argento per le sue caratteristiche innovative e la sua shelf life. Oro invece a Saent, un asparago con turioni di calibro medio, verde violaceo, il cui carattere di rusticità, che si riscontra anche nel sapore, conferisce all’ortaggio un’elevata tolleranza alle malattie fungine e una buona adattabilità agli stress climatici. È prodotto da Lamboseeds, che vince anche una medaglia d’argento con GR1, una piccola anguria di forma ovale, a ciclo medio-tardivo, dalla buccia gialla, leggermente striata, con polpa succosa, rossa e dolce. Argento nella categoria sementi e cultivar anche alla melanzana  bianca SAT 1715 F1 de L’Ortolano Srl, a Rosacambra, pomodoro ibrido della tipologia Cuore di bue prodotto da TSI Italia, e a Romagna Late, pesca nettarina gialla con buon sapore equilibrato ed elevata produttività che matura i primi di settembre, messa a punto da Daniele Neri Vivai.

Macfrut Innovation Award SoFruMiniPak

Oro alla vaschetta “eco-chic” SoFruMiniPak Premium di Sofrupak Witold Gaj

Sul fronte delle macchine e attrezzature per prodotti ortofrutticoli, per la selezione e il confezionamento e per le colture protette, le parole d’ordine sono precisione, automazione e sostenibilità, con l’elettrico che si conferma il trend dominante. Fra i premi assegnati si segnala la medaglia d’argento a Unitec per la tecnologia per la selezione ottica e la classificazione delle ciliegie Cherry Vision 3.0. L’oro nella stessa categoria va a Zetapack con C3 Plus, una calibratrice circolare elettronica in grado di rilevare peso, colore, diametro di frutta e ortaggi particolarmente delicati da manipolare, come pere, cachi, nashi e mele. Cefla invece vince l’oro nella categoria dedicata alle soluzioni per le colture protette con Grow Unit, un sistema di crescita indoor per micro ortaggi caratterizzato da un innovativo dispositivo di irrigazione e illuminazione.

 

Diventano sempre più naturali anche gli agrofarmaci e i fertilizzanti, così come i packaging. L’imballaggio ortofrutticolo più innovativo, quest’anno, è SoFruMiniPak Premium di Sofrupak Witold Gaj. Si tratta di una vaschetta “eco-chic” in cartone disponibile nella versione da 125, 250 e 500 grammi,  sostenibile e dalla caratteristiche estetiche accattivanti e originali. È dotato anche di un coperchio trasparente, in plastica o in cartone, pensato in particolare per le catene di negozi. medaglia d’argento a Infia con i suoi imballagg completamente in RPET, ossia prodotti interamente da plastiche di riciclo post-consumo, e anche a La Linea Verde per 1Derbox, il packaging esclusivo delle insalate Ortomad (società del  gruppo di Manerbio). Questo innovativo vassoio in cartone, con sviluppo in verticale, brevettato ed adatto a qualsiasi settore merceologico, è in grado di garantire un’ottima visibilità a scaffale del prodotto.

Macfrut Innovation Award Annatura

La nuova linea di verdure di quinta gamma di Annatura, medaglia d’oro al MIA 2018

Non mancano infine le sorprese relative alla quinta gamma, dove il ricorso ad atmosfere protette va a sostituirsi all’uso di conservanti. Vince l’oro Annatura, con una linea di prodotti ortofrutticoli freschi, lavorati e pronti al consumo che, grazie al confezionamento in atmosfera protetta e alla conservazione in vaschetta, hanno una shelf life di 30 giorni, senza l’aggiunta di conservanti e senza ulteriori lavorazioni quali pastorizzazione, sterilizzazione e sottovuoto. Il bronzo va invece a Mc Garlet con Only Avocado, polpa di avocado in vaschetta da 200 grammi che, grazie alla lavorazione a freddo con processo HPP (High pressure processing), mantiene anch’essa una shelf life di 30 giorni.

 

A fare da padrone nella sfida italiana per capacità di innovare è ancora una volta l’Emilia Romagna, regione più premiata con nove medaglie, seguita nel podio da Lombardia (sei medaglie) e Lazio (tre medaglie). Si aggiudicano un solo riconoscimento Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e Veneto, mentre aumenta la quota dei premiati dall’estero, con sette medaglie che volano fuori da confini nazionali, e tre premi assegnati a multinazionali.  

 

L’elenco completo dei premiati si può consultare sul sito dedicato. 

Copyright: Fruitbook Magazine





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo