L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE PER PROFESSIONISTI E APPASSIONATI DI ORTOFRUTTA
                      L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO
                      L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE PER PROFESSIONISTI E APPASSIONATI DI ORTOFRUTTA

                      MD, fatturato 2020 a 2,8 miliardi (+15%). Podini: “Nel 2021 altri 47 negozi”

                      md-grumello

                      MD, il punto vendita di Grumello (copyright: Fm)

                      MD Spa, terzo attore del canale discount in Italia dietro a Eurospin e Lidl, ha fatturato nel 2020 2,8 miliardi di euro, in aumento del 15% rispetto al 2019. L’utile netto è stato di 68,5 milioni di euro (+56% rispetto al 2019) mentre l’Ebitda è cresciuto del 30% raggiungendo 182 milioni di euro. Patrizio Podini: “È stato un anno drammatico, segnato dal Covid, ma grazie all’impegno e agli sforzi dei nostri collaboratori abbiamo chiuso il 2020 con numeri decisamente significativi”. Secondo Nielsen, MD ha una quota di mercato del 15,5% nel canale discount. Il programma di espansione della rete vendita è stata leggermente rallentata nel 2020, per il 2021 è prevista l’apertura di 47 punti vendita con l’assunzione di 800 persone

                      Dalla Redazione +++articolo in aggiornamento+++

                      md-grumello

                      MD, il punto vendita di Grumello (copyright: Fm)

                      MD Spa chiude il 2020 registrando un incremento delle vendite nette del 15% rispetto al 2019, risultato che supera significativamente la crescita media registrata da Nielsen per il retail discount (+8,7%). MD si conferma seconda insegna discount a capitale italiano, la terza per fatturato. La quota detenuta da MD nel settore sale al 15,5% contro il 15,1% dell’anno precedente e il fatturato netto 2020 si attesta a 2,816 miliardi di euro, con un utile netto di 68,5 milioni di euro, +56% sul 2019, ed Ebitda del 6,47% pari a 182,243 milioni di euro che registra un +30,9% sul 2019.

                      La pandemia non ha fermato lo sviluppo rete che ha rispettato le previsioni di inizio anno con l’apertura di 39 nuovi punti vendita, tra diretti e affiliati, distribuiti in tutte le Regioni italiane. Il programma di sviluppo per l’anno in corso, ancora più ambizioso, prevede 47 nuovi punti vendita – 35 diretti e 12 affiliati – con superfici vendita da 1.000/1.500 mq. dotati di ampi parcheggi, come previsto dal format dell’insegna – e la ristrutturazione di altri 35.

                      In corso anche il completamento del nuovo centro logistico di Cortenuova (BG) che sarà operativo a inizio 2022, con l’inaugurazione di una prima area destinata alla movimentazione dei prodotti freschi già entro la fine di giugno di quest’anno.

                      Gli investimenti stanziati per il 2021 ammontano a 385 milioni di euro, di cui 95 destinati al completamento di Cortenuova che si estende su un’area totale di 270.000 mq. A lavori ultimati, diventerà il più importante polo logistico del settore discount, dotato di tecnologie e attrezzature all’avanguardia per la movimentazione delle merci. Fiore all’occhiello, un silos completamente automatizzato di 32 mt di altezza in grado di stoccare fino a 40.600 posti pallet. Il polo vedrà l’assunzione di 300 nuovi addetti. Nel corso del 2020 sono stati oltre 1.000 i nuovi assunti, portando il numero degli addetti a 8.500 persone, operative nei circa 800 punti vendita, negli 8 centri logistici, nelle due sedi di Gricignano d’Aversa e Trezzo d’Adda. Per l’anno in corso si prevedono 800 nuove assunzioni.

                       

                      Tra il 2019 e il 2020 si è registrato anche un sensibile sviluppo dell’e-commerce no food, avviato da MD fin dal 2015: un’esperienza che, allo scoppiare dell’emergenza, ha consentito all’insegna di rispondere immediatamente alle nuove necessità di shopping virtuale deli Italiani. Attualmente MDwebstore.it registra più di 300 mila iscritti e 500 mila visite medie mensili.

                      “Sono ovviamente lieto dei risultati – commenta il Cav. Patrizio Podini, presidente di MD Spa -. Nascono da un’esperienza condivisa con clienti e dipendenti tutti, in un periodo drammatico in cui è cresciuta la coesione intorno al marchio MD, percepito come vicino e famigliare, attento e partecipe alla realtà del Paese e dei territori in cui si muovono i nostri punti vendita. Puntiamo a crescere per toccare quota 1.000 punti vendita in 5 anni superando i 3 miliardi di fatturato, attraverso investimenti, innovazione, rigore nelle scelte, qualità al miglior prezzo, senza perdere questo spirito solidale che ci ha consentito di crescere anno dopo anno”.

                      Md

                      Cav. Patrizio Podini, presidente di MD Spa

                      Tra gli studi in corso, sottolinea la vice presidente Maria Luisa Podini durante la conferenza stampa online, anche un progetto di sostenibilità ambientale, cui verrà dedicato uno spazio a parte vista la mole del lavoro. Nel frattempo, l’azienda continua a puntare sull’efficientamento energetico dei propri punti vendita e centri logistici, così come la progressiva introduzione nella flotta di automezzi innovativi in cui non solo il gruppo motore è alimentato esclusivamente a metano LNG (liquido), ma anche il gruppo refrigerante dell’automezzo. Poi ancora “La Buona Spesa non solo a parole”, progetto avviato nel 2019 in occasione dei 25 anni dell’insegna, il cui primo atto è stata l’adozione di 23.850 pioppi necessari a neutralizzare le emissioni di 25 mezzi di trasporto della flotta MD. Questa iniziativa ambientale continua con l’obiettivo di arrivare a compensare le emissioni dell’intera flotta di camion.

                      Tra gli obiettivi 2021 non solo sostenibilità ambientale e sociale, con la promozione di iniziative a sostegno di onlus e attività sul territorio, ma anche un’intenso lavoro sugli ingredienti dei propri prodotti Mdd: l’obiettivo è migliorare sempre di più gli ingredienti al fine di proporre prodotti di qualità a prezzi bassi ma equi. Infine, ma non meno importante, il lavoro che verrà svolto nei reparti ortofrutta e freschissimi: “Stiamo riorganizzando – sottolinea lo stesso Cav. Podini – i nostri reparti di vendita con nuove attrezzatura e un nuovo modello espositivo. Per quanto riguarda le vendite, dopo il boom del 2020 causato dai vari lockdown, abbiamo registrato come da trend generale un calo della IV e V gamma, ma abbiamo assistito anche a un certo recupero di frutta tropicale.

                      Copyright: Fruitbook Magazine