L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Pink Lady Day, terza edizione al via. Progetto FortFruit tra le novità

            Pink Lady Day: in programma, dal 5 all’8 di novembre, l’iniziativa che l’associazione Pink Lady Europe – formata da 11 vivaisti, 2600 frutticoltori, 90 stazioni di imballaggio, 15 distributori autorizzati – replica per il terzo anno consecutivo nei tre paesi dove la mela è coltivata, ovvero Italia, Francia e Spagna. Tema della terza edizione del Pink Lady Day la grande “Caccia al Tesoro nel Frutteto”, volta a far conoscere più da vicino il modello sostenibile Pink Lady e a far incontrare i protagonisti e i valori di una filiera equo-solidale basata su un modello unico. A livello nazionale, l’iniziativa si rivolge così ad istituzioni e amministratori locali, scuole primarie, enti professionali, fornitori, giornalisti, blogger e influencer. Tutti invitati a risolvere, in logica “edutainment”, 10 enigmi che portano a scoprire una realtà produttiva d’eccellenza, un modello sostenibile legato al territorio, fatto di aziende agricole di piccole dimensioni, frutteti a misura d’uomo regolarmente curati e rinnovati, ed un rigido presidio della qualità

            Dalla redazione

            Pink Lady

            Giornate dense di novità e di appuntamenti dal 5 all’8 novembre 2019. Il 5 novembre a Romagnano, in provincia di Trento, si tiene la giornata dedicata a tutti i produttori. Il programma, dalle ore 10 alle ore 13, prevede la presentazione del progetto Pink Lady con un focus sulle produzioni biologiche. A prendere parola Riccardo Forti, presidente S.F.T. e Ilenio Bastoni, direttore generale del Gruppo Apofruit. In chiusura della mattinata la una visita in campo.Pink Lady Day

            In contemporanea,  Salvi Vivai e Salvi Unacoa, con A.F.E. – Associazione Frutticoltori Estensi – sono impegnati con la terza edizione del Pink Lady Day. Inoltre, durante la giornata si tiene la conferenza stampa di presentazione ufficiale del progetto di educazione didattica finanziato dalla regione Emilia Romagna (assessorato all’agricoltura, caccia e pesca) nell’ambito del PSR2014-2020. Presente alla conferenza stampa anche Simona Caselli, assessore all’agricoltura, caccia e pesca della regione Emilia Romagna.

            È l’Az. Agricola Volpin Riccardo, di Settepolesini di Bondeno (Fe), uno dei 1.920 produttori italiani sul totale di 2.600 diffusi anche in Francia e Spagna, ad ospitare la mattinata dedicata alla mela dal bollino a forma di cuore. L’evento è organizzato da Salvi Unacoa e A.F.E., distributori autorizzati Pink Lady. Complice un frutto dalle proprietà organolettiche eccezionali e un sistema di filiera molto rigoroso che garantisce il 100% del prodotto diretto verso i mercati di consumo e industrie di trasformazione alimentare, il marchio Pink Lady  conferma il proprio trend estremamente positivo che è arrivato oggi a contare 185 mila tonnellate di prodotto. Ma non solo Pink Lady, c’è spazio, infatti, per un nuovo progetto promosso da Salvi Vivai (capofila dell’ATI che ha proposto questo progetto) e la Fattoria Didattica Agriturismo La Torretta. Partner del progetto, inoltre, l’ASD 4 Torri 1947 pallavolo Ferrara. Alle 11.30 alla conferenza stampa di presentazione è presente anche Simona Caselli, assessore all’agricoltura, caccia e pesca della regione Emilia Romagna.

            FortFruit l’avventura della mela: questo il titolo del progetto biennale, che punta a diffondere, presso le classi V delle scuole primarie di Ferrara e della Provincia, i valori dell’educazione al proprio territorio, la conoscenza della filiera della frutta, l’evoluzione del lavoro agricolo (nello specifico legato al mondo della frutta) e la consapevolezza dei benefici della buona e sana alimentazione e dello sport. Il titolo e le azioni del progetto sono liberamente ispirate al gioco Fortnite molto in voga tra i ragazzi. “L’idea è quella di uscire dai soliti schemi didattici e suscitare dell’interesse nei ragazzi utilizzando il loro linguaggio e i loro giochi di riferimento” ha spiegato Silvia Salvi, amministratore Salvi Vivai. In sostanza il progetto rappresenta la grande battaglia della vita salubre e sportiva e della conoscenza dei prodotti agricoli di qualità e dei territori contro le cattive abitudini e la sedentarietà. Il progetto è ambizioso: si sviluppa su due annualità e punta a coinvolgere circa 500 alunni che andranno alla scoperta della filiera produttiva della frutta: dal vivaio, al frutteto, fino al confezionamento.

            La terza edizione del Pink Lady Day fa così da cornice ad un articolato programma di incontri con presentazioni, workshop, laboratori e conferenze, organizzati da altrettanti produttori-distributori Pink Lady Italia, che prosegue il 6 novembre con Minguzzi che organizza, presso Agricola Punto Verde a Bagnacavallo (Ra), la caccia al tesoro per gli alunni della IV elementare della scuola di Alfonsine “G.Rodari” e giovedì 7 novembre anche l’azienda Tagliani di Argenta (Fe) coinvolge in questa divertente attività un gruppo di foodblogger e influencer. Nella stessa giornata Apofruit Cesena propone una vera e propria lezione sul campo rivolta agli studenti dell’Istituto Agrario Garibaldi/Da Vinci di Cesena. Infine, venerdì 8 novembre è il turno di Granfrutta Zani presso l’azienda Agricola Giuseppe Sisti di Bagnacavallo (Ra) con i bambini della V elementare di Bagnacavallo; in contemporanea, la Cooperativa Agricola CICO di Tresigallo (Fe) organizza una giornata formativa presso l’Istituto Agricolo Superiore Navarra di Ferrara.

            Copyright: Fruitbook Magazine