San Lidano

Quarta gamma, San Lidano raddoppia a Latina con tanta tecnologia


Il 6 settembre la Cooperativa Agricola San Lidano, attiva nel settore degli ortaggi di prima e quarta gamma, ha inaugurato i 13 mila metri quadrati di superficie del nuovo stabilimento di Sezze (Latina). Ad impreziosire il raddoppio dell’area una serie di innovazioni tecnologiche esclusive, tra cui l’utilizzo di una pavimentazione che soddisfa la performance relativa all’abbattimento della carica batterica e una camera presurizzata per avere un’aria priva di batteri e polvere

San LidanoLo scorso 6 settembre la Cooperativa Agricola San Lidano, attiva nel settore degli ortaggi di prima gamma e di quelli in busta pronti al consumo, ha  inaugurato l’ampliamento e l’ammodernamento dello stabilimento di 13 mila metri quadrati che si trova a Sezze, in provincia di Latina. Ad impreziosire il raddoppio dell’area dedicata alla quarta gamma una serie di innovazioni tecnologiche esclusive, tra cui la pavimentazione che soddisfa la performance relativa all’abbattimento della carica batterica attraverso la non formazione di biofilm batterico. Nella zona dell’ultimo lavaggio, asciugatura, selezione ottica e pesatura dei prodotti, è stata inoltre utilizzata una “camera pressurizzata” in grado di immettere nell’ambiente aria senza batteri e priva di polvere. Su tutte le linee di produzione, oltre ai metal detector, sono presenti i selettori ottici con camera laser di ultima generazione per il controllo dei corpi estranei come plastica, legno, carta, vetro e insetti. Nel rinnovato polo di produzione è stato inoltre inaugurato un laboratorio sensoriale, che faciliterà la San Lidano nella ricerca e nel consolidamento di un valore aggiunto dal punto di vista delle qualità organolettiche, per contraddistinguere e valorizzare sempre più le referenze a marchio Orto Pronto. Il laboratorio sarà a disposizione anche delle catene distributive partner della cooperativa per un ulteriore sviluppo e caratterizzazione delle loro private label.

San LidanoIl 6 settembre sono stati due i momenti più rilevanti. La visita alla struttura e ai siti produttivi presenti nelle immediate vicinanze, da cui lo stabilimento si alimenta e che costituisce uno dei punti di forza di San Lidano (su un modello tipicamente americano)  per la possibilità di offrire la massima tempestività nella lavorazione che si traduce in una freschezza unica. La giornata si è conclusa poi con una tavola rotonda a cui hanno partecipato il presidente della cooperativa Luciano Di Pastina, il direttore commerciale Matteo Testa, Claudio Gamberini di Conad, Maurizio Nasato di Pam e Federico Ciampi di Carrefour, i quali, coordinati da Roberto Della Casa dell’Università di Bologna, hanno disquisito del futuro del comparto. Della Casa ha evidenziato come nel primo semestre dell’anno la quarta gamma abbia mostrato una sostanziale stabilità delle vendite a valore a fronte di un incremento dei volumi di oltre il 5 per cento ottenuto con un aumento della pressione promozionale, che ormai supera il 25 per cento, e di un’ulteriore crescita della marca privata. Una situazione quindi non certo favorevole, in cui avere una struttura dei costi efficiente può fare la differenza.