L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Aldi Italia, alla conquista del cliente con affidabilità, semplicità e responsabilità

            Aldi_prezzo aldi

            Aldi Italia ha sottolineato nel corso di un incontro con la stampa che si è tenuto lo scorso 8 ottobre a Milano i suoi valori, espressi attraverso le proprie linee private label. I tre capisaldi della filosofia del gruppo e in qualche modo le promesse che vengono fatte al consumatore, parlano di affidabilità, semplicità e responsabilità. Tre concetti che descrivono bene l’approccio di Aldi a una nuova tipologia di spesa, con un percorso che parte da un’attenta preselezione dei prodotti, caratterizzata da essenzialità (1.900 articoli in tutto), responsabilità e made in Italy, una spesa che si propone di offrire ai clienti una nuova, semplice e veloce esperienza di acquisto. Il tutto è possibile tramite un’accurata selezione di fornitori italiani, con cui Aldi Italia instaura progetti a lungo termine, fornitori che sono per l’azienda i veri “custodi del gusto” e del cibo made in Italy, come hanno spiegato durante l’incontro con i giornalisti il coordinatore acquisti di Aldi Italia Carlo Fallico, alcuni dirigenti e una selezione degli stessi fornitori

            Dalla Redazione

            Aldi-Italia-Carlo-Fallico-wide-Milano-08-10-2019

            Carlo Fallico, coordinatore acquisti Aldi Italia

            Il Gruppo – che ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano a marzo 2018 e che ha già creato circa 1.600 posti di lavoro grazie a una rete in continua espansione di punti vendita (67 a inizio ottobre) distribuiti in sei regioni concentrate nel nord Italia  – ha voluto sottolineare, nel corso di un incontro a Milano con la stampa, il suo approccio aziendale nella selezione dei  prodotti e nel rapporto con i suoi fornitori. Un rapporto che non è fatto di aste e “mordi e fuggi” ma di programmazione e partnership di lungo periodo. È stato Carlo Fallico, coordinatore per l’Italia del settore acquisti, ad avviare i lavori spiegando l’approccio di Aldi al mercato italiano: al primo posto c’è l’attenzione alla convenienza, quindi il “prezzo Aldi”, quello che  tiene in considerazione la qualità elevata del prodotto al miglior prezzo possibile, grazie a rapporti di fiducia con i fornitori e a un sistema di approvvigionamento e distribuzione estremamente efficiente, con un assortimento (1.900 articoli) costruito sulla base di ciò che il cliente richiede.

            Aldi

            Durante l’incontro sono state presentate anche le linee MDD più rappresentative delle circa 30 a marchio proprio Aldi: Regione che Vai, promotrice delle eccellenze locali e dei prodotti tipici regionali, in particolare (ma non solo) prodotti IGP e DOP, che conta 78 referenze di cui 10 di ortofrutta; I Colori del Sapore che offre prodotti 100% italiani, con 127 referenze di cui 70 di ortofrutta; Natura Felice che raggruppa tutti i prodotti biologici tra cui 14/15 referenze di ortofrutta; Enjoy free! una linea dedicata ai prodotti senza glutine e senza lattosio; Bonlà, la linea di prodotti realizzati con latte 100% italiano; infine la linea Gourmet dedicata alle eccellenze Italiane, che propone 14 referenze continuative e 65 stagionali, dedicate soprattutto alle festività e alle grandi ricorrenze.

            Aldi

            Ad avvalorale i prodotti delle linee Aldi sono stati alcuni fornitori hanno spiegato il rapporto di lavoro con Aldi e le peculiarità dei loro prodotti. Per la linea I Colori del Sapore – che offre materie prime 100% italiane – erano presenti anche alcuni forniutori ortofrutta, tra cui l’’azienda agricola Valle Standiana, con il suo titolare Gianluca Rossi, che per tutti i punti vendita Aldi fornisce due tipologie di insalata, tra cui spicca la trocadero rossa, oltre ai fagiolini. Azienda all’avanguardia con sede a Ravenna, vicino a Mirabilandia, è diventata da tre anni a questa parte la più grande realtà europea di coltivazione idroponica flottante, con ben dieci ettari hi-tech dedicati alla coltivazione di insalate con metodo floating system (vasche di acqua), caratterizzato da una superficie coperta da un tetto per proteggere dal sole e dalle intemperie gli ortaggi, ma aperta sui quattro lati per avere un ricircolo d’aria. Il risparmio d’acqua è notevole: si calcola un risparmio dell’80% rispetto ai metodi tradizionali, anche i trattamenti fungicidi sono ridotti dell’80%. Questi sistemi permettono così di garantire una qualità costante e una produzione attiva da aprile a dicembre (leggi qui).

            Aldi

            Specialmente per quanto riguarda i prodotti freschi, Aldi ha sottolineato il suo impegno a mantenere la filiera il più corta possibile, puntando sulla provenienza nazionale di articoli quali carne, salumi e latticini, senza dimenticare l’ortofrutta, che conta circa 120 referenze tra frutta e verdura, tra cui 15 biologiche, con forniture 7 giorni su 7. Con una grande attenzione anche alla responsabilità: sono un esempio le uova che sono in assortimento, al 100% allevate a terra sin dall’apertura nel 2018, o ancora le melagrane, che in questo periodo oltre a essere 100% di origine pugliese, fanno anche del bene dato che per ogni chilo di prodotto vengono devoluti 25 centesimi di euro alla Fondazione AIRC per la ricerca contro il tumore al seno. Infine, per la linea Natura Felice era presente Pedon, che per Aldi fornisce i ceci 100% italiani, provenienti principalmente dalle regioni di Sicilia, Puglia e Basilicata e l’orzo perlato, proveniente da Lazio Umbria e Toscana. Tutti da filiera bio controllata. Disponibili in buste da 300 grammi, pronti per essere cucinati.

            Aldi

            Lo scaffale per i prodotti MDD “Regione che vai” (copyright: Fm)

            Concentrarsi sull’essenziale, è questo un tratto distintivo di Aldi. Con un assortimento composto per il 75% da prodotti alimentari che nascono dalla collaborazione con fornitori italiani selezionati, e 1.900 referenze totali, Aldi dimostra un forte legame con il territorio e con le eccellenze locali italiane. I fornitori di ortofrutta italiani hanno espresso il loro giudizio: la politica di prezzo chiara, la capacità di fare programmi e rispettarli, l’attenzione elevata agli aspetti organolettici, l’estrema efficienza di tutti i processi hanno consentito ad Aldi di ricevere per due volte consecutive (2019 e 2020) il premio Top Fresh Retailer quale azienda più innovativa della grande distribuzione italiana (leggi qui). L’impegno del distributore si traduce anche in risultati riconosciuti dal mercato: per due anni consecutivi nell’indagine comparativa di Altroconsumo, pubblicata rispettivamente sui mensili Inchieste di novembre 2018 e ottobre 2019, i negozi Aldi hanno scalato la classifica spesa con prodotti più economici, arrivando al primo posto.

            Copyright: Fruitbook Magazine