L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Carrefour lancia l’home delivery in 30 minuti in partnership con Glovo

            Carrefour “sfida” Amazon sul tempo e lancia un servizio rapido di consegna a domicilio della spesa, entro mezzora, grazie alla partnership con Glovo, startup spagnola dell’e-commerce. Il servizio partirà entro ottobre in sei città – Milano e Roma in Italia, Parigi e Siviglia in Francia, Valencia in Spagna e Buenos Aires in Argentina – ma l’obiettivo è quello di estenderlo ulteriormente nei mesi successivi. Le referenze online sono 2.500, il servizio sarà attivo sette giorni su sette

            Dalla Redazione

            Carrefour GlovoCarrefour si lancia in un testa a testa con Amazon e stringe una partnership con Glovo, startup spagnola dell’e-commerce, per lanciare un nuovo servizio di home delivery. La partnership tra il colosso francese della Gdo e Glovo – che ad oggi è presente in 26 Paesi e 186 città, facendo concorrenza ad altri player internazionali come Uber Eats e Deliveroo – coprirà quattro Paesi : Francia, Spagna, Argentina e anche l’Italia. Il servizio di consegna a domicilio diventerà operativo entro la fine di ottobre.

            Carrefour, grazie a questa nuova partnership, promette di consegnare 2.500 prodotti alle case dei clienti entro 30 minuti: il servizio sarà attivo sette giorni su sette. Inizialmente saranno coinvolte solo sei principali città, ovvero Milano e Roma, Parigi, Siviglia, Valencia e Buenos Aires, ma l’obiettivo è quello di estendere ulteriormente il servizio nei mesi successivi.

            Come funziona? Il personale di Carrefour preparerà gli ordini effettuati online dagli utenti direttamente nei negozi Carrefour Market, Carrefour City ed Express, quindi Glovo si occuperà, tramite i suoi fattorini, della consegna all’indirizzo indicato.

            “Con questa nuova partnership, Glovo e Carrefour offriranno un servizio di consegna a domicilio in soli 30 minuti, andando integrare i loro già esistenti servizi di e-commerce e andando incontro alle esigenze di nuovi clienti”, dichiara Amélie Oudéa-Castéra, direttore esecutivo dell’e-commerce, dei dati e della trasformazione digitale di Carrefour, come riporta l’agenzia Reuters.

            Altri gruppi distributivi in tutto il mondo stanno formando accordi con player dell’e-commerce per tenere testa ad Amazon e per soddisfare la crescente domanda da parte dei clienti di servizi di consegna a domicilio. C’è anche chi sceglie di “sconfiggere il nemico” alleandosi con lo stesso: un esempio ce lo abbiamo in casa e riguarda la collaborazione fra Amazon e Unes-U2 Supermercato. Stessa cosa è avvenuta in Francia, dove il gruppo Casinò, storico competitor di Carrefour, ha avviato una joint venture con il colosso dell’e-commerce di Seattle. Oltre oceano, negli Stati Uniti, è diventata invece operativa la joint venture tra Marks & Spencer e Ocado, pioniere dell’e-commerce alimentare (leggi qui ).

            Copyright: Fruitbook Magazine