valvenosta-cavolfiore-quad

Cavolfiore Val Venosta, produzione estiva a 3.700 tonnellate


Val Venosta

Oltre alle mele, la Val Venosta è rinomata anche per la produzione orticola di stagione. Condizioni atmosferiche ed un particolare microclima di questa Valle costituiscono il segreto dell’alta qualità non solo delle mele più glamour, ma anche per altri prodotti come le verdure di montagna, tra cui il cavolfiore che rappresenta una eccellenza produttiva che ricopre circa il 95% della produzione orticola venostana.

 

“Il nostro cavolfiore piace ogni anno sempre di più non solo ai clienti, ma anche ai nostri contadini – commenta Reinhard Ladurner, responsabile vendite verdure VI.P. Quest’anno infatti abbiamo deciso di ampliare i nostri areali produttivi destinando circa il 15% in più di superficie rispetto lo scorso anno, con una previsione di raccolta complessiva di cavolfiore di circa 3.700 tons. La scelta di questo ampliamento è nata in primo luogo per soddisfare le esigenze dei nostri clienti ai quali oggi, con i quantitativi in previsione, possiamo garantire una continuità di prodotto fino a settembre. Ma possiamo ritenerci soddisfatti anche dal lato dei nostri produttori perché in questi anni con il cavolfiore hanno ottenuto buone remunerazioni, incentivandone la coltivazione.”

Val Venosta

Reinhard Ladurner, responsabile vendite verdure VI.P

“Raccolta e commercializzazione del cavolfiore sono iniziati in questi giorni – prosegue Ladurner – perché per noi è fondamentale raccogliere e consegnare il prodotto fresco entro poche ora dal conferimento in cooperativa: solo così possiamo garantire una qualità senza paragoni. La ricerca di una qualità superiore – continua – è frutto di un percorso di crescita che stiamo portando avanti già da alcuni anni insieme al Centro di Sperimentazione Laimburg con il quale studiamo e testiamo nuove varietà, elaboriamo e perfezioniamo metodi di formazione e di controllo qualitativo sempre più innovativi”.

 

Il clima favorevole avuto fino ad oggi ha contribuito ad una maturazione ottimale decavolfiore che si presenta di buona qualità, croccante, dal profumo gradevole e dal sapore genuino. “Anche quest’anno, grazie ad una precisa pianificazione degli areali produttivi – conclude Ladurner – siamo in grado di garantire la continuità delle consegne di un prodotto unico, dalle qualità organolettiche eccezionali. Il cavolfiore della Val Venosta viene infatti giornalmente distribuito fresco (che per noi significa appena raccolto) in tutta Italia sia nei mercati ortofrutticoli principali che nella Do e Gdo attraverso una rete di vendita capillare”.

 

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo