Cefla-Conad-quad

Cia-Conad e Cefla: al via in due ipermercati la produzione indoor di microgreens


Cia-Conad punta sulla produzione indoor di microgreens grazie a Cefla, azienda specializzata nel shopfitting e nelle soluzioni a Led per l’illuminazione. L’iniziativa – per il momento in fase di test – vede l’installazione di due impianti Grow Unit in altrettanti ipermercati romagnoli: quello di Puntadiferro di Forlì e quello all’interno del centro commerciale Le Befane di Rimini. “L’interesse per questo progetto da parte di Cia-Conad – afferma Stefano Pistis (Cefla) – c’è stato fin da subito. Grazie alla tecnologia Cefla, la freschezza e le proprietà organolettiche dei micro ortaggi vengono valorizzate al meglio”

 

di Massimiliano Lollis

 

Cefla-Conad

La nuova Grow Unit di Cefla presso l’ipermercato Conad di Rimini

Crescere micro ortaggi all’interno del reparto ortofrutta potrebbe diventare una delle prossime tendenze nell’innovazione del settore. Lo sa bene Cia-Conad – cooperativa del sistema Conad che opera in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Romagna e Marche – che proprio in questi giorni ha dato il via alla produzione indoor di microgreens in due ipermercati grazie alla tecnologia messa a disposizione da Cefla, gruppo industriale con sede a Imola, specializzato nel shopfitting e nelle soluzioni a Led per l’illuminazione.

 

I microgreens (o micro ortaggi) sono uno degli ultimi trend nel food a livello mondiale: le piccole ma saporite piantine, oltre a rappresentare un vero e proprio superfood grazie alle sue qualità organolettiche, sono infatti ottime per una aggiunta sfiziosa a secondi e contorni. Grazie alla Grow Unit di Cefla – il sistema messo a punta dall’azienda, nato dall’incontro tra il know-how Cefla e la ricerca universitaria – è possibile crescere micro ortaggi all’interno del punto vendita, in modo completamente automatizzato.

 

L’iniziativa di Cia-Conad per il momento è in fase di test e vede l’installazione di due Grow Unit Cefla in altrettanti ipermercati romagnoli: quello di Puntadiferro di Forlì e quello all’interno del centro commerciale Le Befane di Rimini. Le due unità – che l’insegna prevede produrranno ogni giorno circa 20 confezioni di microgreens ognuna, in base al proprio fabbisogno – permetteranno ai consumatori di acquistare micro ortaggi freschissimi, come appena raccolti, in sette diverse tipologie: senape, porro, cavolo rosso, ravanello daikon, ravanello rosso, crescione e rucola.

 

Ma come è nata la collaborazione tra Cia-Conad e Cefla? A rispondere è Stefano Pistis, product manager di Cefla Shopfitting Solutions: “L’interesse per questo progetto da parte di Cia-Conad – dichiara a Fm – c’è stato fin da subito, in modo direi naturale. Per Conad, da sempre molto attenta ai temi legati al fresco, l’obiettivo era quello di portare innovazione nell’area ortofrutta, per cui – sottolinea – penso che questa nuova tipologia di prodotti freschissimi sia per loro la soluzione ideale”. 

 

Cefla-Conad

In casa Conad i microgreens non sono una novità. L’utilizzo delle Grow Unit di Cefla all’interno dei punti vendita rappresenta però una prima assoluta. “Conad – continua Pistis – commercializza da tempo i micro ortaggi, ma le nostre soluzioni permettono di farlo in un modo completamente diverso. Attraverso la Grow Unit, si vogliono raggiungere due obiettivi. Il primo è la valorizzazione del microgreen in quanto superfood, con le sue proprietà nutraceutiche e organolettiche. Si tratta di una referenza ancora poco conosciuta dai consumatori italiani, nonostante l’ampia diffusione nell’ambito della ristorazione. Su questo fronte va detto che Conad sta facendo molto, avendo anche previsto la distribuzione alla clientela di diversi volantini con ricette e indicazioni di utilizzo. Crescendo i microgreens con la nostra Grow Unit – sottolinea – le proprietà organolettiche del micro ortaggio vengono valorizzate e presentate al consumatore nel modo migliore”.

 

“In secondo luogo – continua Pistis – la nostra Grow Unit permette di portare l’innovazione pura della crescita indoor all’interno del supermercato. Se generalmente iI microgreen è un prodotto difficile da gestire, poiché tende a perdere qualità nel corso del tempo, la massima freschezza è garantita dal nostro sistema, che è completamente automatizzato in quanto a ciclo di acqua, illuminazione a Led, accendimento, spegnimento e controllo temperatura e umidità”.

 

Ma come funziona nel concreto? “Al negozio – spiega Pistis – arrivano vaschette pre-seminate, che vengono sistemate all’interno dell’unità. Cefla offre diverse versioni di Grow Unit: nel caso di Conad, si tratta di una versione cosiddetta a scaffale, composta da una vetrina riservata agli addetti ai lavori (l’area di crescita, dove vengono per l’appunto coltivate le piantine in fase di germinazione, grazie all’impianto di illuminazione a Led e a quello di irrigazione a ciclo chiuso, n.d.r.) e due ripiani intermedi dedicati alla vendita. Dopo circa cinque giorni di maturazione, l’operatore non dovrà fare altro che verificare l’avvenuta maturazione delle piante e spostare nei piani sottostanti quelle pronte ad essere vendute”.

 

La rivoluzione dei micro ortaggi è appena cominciata.

 

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo