L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Prossimo lo sbarco di Amazon Fresh in Europa. Si parte proprio dall’Italia?

            amazon fresh
            Si tratta di una indiscrezione, ma l’iniziativa potrebbe dare filo da torcere ai gruppi distributivi tradizionali, soprattutto quelli che non si sono ancora attrezzati con l’e-commerce. Il colosso americano, che sta sta già sperimentando il servizio in città quali Seattle, Los Angeles, San Francisco e New York, permette di ordinare prodotti freschi e farseli recapitare direttamente a casa in un’ora. Intanto negli Usa sta già prendendo accordi con i produttori per vendere direttamente a proprio marchio

             

            Dalla Redazione

             

            amazon freshOrdinare la spesa su Amazon? Una ipotesi che potrebbe realizzarsi, e non fra molto tempo, anche in Italia. Il condizionale è d’obbligo per ora, ma sembra che il colosso dell’e-commerce sia pronto a sbarcare con le consegne di alimenti anche nel Bel Paese. In America esiste già, e si chiama Amazon Fresh: permette di ordinare prodotti freschi – dalla verdura alla carne, passando per uova, formaggi e prodotti per la casa – e farseli recapitare a casa in un’ora. Un servizio che presto potrebbe arrivare anche in Italia con un’operazione che, in questo modo, anticiperebbe per una volta le favorite Germania e Regno Unito nell’adozione di una nuova offerta.

             

            [Amazon apre il primo negozia fisico a New York]

             

            Il condizionale però è d’obbligo. Già nel 2014 la tedesca Focus indicava nel mese di settembre dello stesso anno l’apertura del servizio in Germania (leggi qui). Invece niente. Lo stesso fatto che a distanza di alcuni anni dall’avvio della “sperimentazione” negli Usa il servizio non abbia ancora preso piede su larga scala fa sorgere qualche dubbio. Il consumatore, dopo tutto, considera Amazon uno specialista nella vendita di libri e dvd, non certo di mele o formaggi. Qualcosa del genere in Italia già esiste: un servizio messo in piedi da Esselunga, ma anche Auchan, Coop e Carrefour hanno creato un’opportunità analoga. E poi c’è Supermercato24, la start up ideata da Enrico Pandian, già presente in parecchie province italiane. Tante le proposte, ma un’offerta piuttosto frammentata. Chissà come sarebbe l’arrivo di Amazon Fresh.

             

            [Amazon Fresh: chi l’ha visto?]

             

            Finora questo servizio è limitato alle città statunitensi di Seattle, Los Angeles, San Francisco e New York. La linea di beni deperibili potrebbe consentire ad Amazon di diventare rivenditore a basso costo in nuove nicchie di mercato, fidelizzando meglio la clientela. Anche i numeri danno ragione al colosso americano: secondo il Politecnico di Milano, l’e-commerce in Italia vale 15 miliardi di euro. Il 37% della spesa degli italiani online è dominato dai viaggi. Ma cresce del 30% la vendita su Internet di alimenti e vino.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine