L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            La novità Francescon: una Perla Nera per rivoluzionare il comparto angurie

            Perla Nera Fm
            Con un investimento vicino ai cinque milioni di euro l’OP Francescon di Rodigo (Mantova) ha deciso di puntare sulle angurie medio formato e senza semi, con l’obiettivo di arrivare nel 2018 a una produzione di 30 mila tonnellate e un posizionamento di fascia premium. L’investimento comprende anche un nuovo magazzino di 8 mila metri quadrati dedicato a Perla Nera e collegato a quello da 22 mila metri riservato ai meloni, che restano il core business dell’azienda. Quest’anno la produzione stimata di Perla Nera è di 10 mila tonnellate

             

            di Eugenio Felice (articolo integrale su Fm, edizione di luglio 2016)

             

            Perla Nera Fm L

            (Copyright: Fm)

            “Per me rappresenta l’anguria del futuro”, ci riferisce Bruno Francescon, presidente della omonima Organizzazione di Produttori mantovana che è già leader in Italia nella produzione di meloni, con un output record previsto quest’anno di 40 mila tonnellate. “L’anguria in Italia è un mercato ancora dominato dalle varietà tradizionali da 10-12 chili, vendute a prezzi che sempre più spesso non coprono i costi di produzione e tenuto in vita nella grande distribuzione dalla vendita a fetta, che comporta dei costi di lavorazione e confezionamento e sottopone a dei rischi dal punto di vista fitosanitario. Oggi è difficile che un consumatore si porti a casa l’anguria intera, non risponde alle sue richieste in termini di formato, comodità e servizio. Il trend poi un po’ per tutte le specie è di andare verso le varietà senza semi. Per questo, confortati anche dal successo ottenuto in Spagna e in altri Paesi europei, abbiamo deciso di investire su una eccellente varietà medio formato che abbiamo chiamato Perla Nera”.

             

            Mentre Bruno Francescon parla ci troviamo nello stabilimento di Rodigo, nel Mantovano, dove sono in corso i lavori per realizzare il nuovo magazzino dedicato proprio alle angurie. È il primo luglio e la sala lavorazione è praticamente finita e già in funzione, con una linea di ultima tecnologia realizzata da Meccanica Malavasi: 45 metri di lunghezza, 2 canali per 12 uscite, produttività oraria che arriva a 60 tonnellate, possibilità di lavorare frutti da 1,5 a 10 chili e di confezionare sia in plateau che in bins, con alcuni accorgimenti finalizzati a garantire la massima qualità come gli svuotatori di bins “intelligenti” che fanno scivolare dolcemente e senza rischio di ammaccature i frutti sulla linea di lavorazione. Investimento di 800 mila euro su un totale per il progetto Perla Nera che si avvicina ai 5 milioni di euro. Il nuovo magazzino è collegato a quello principale e con i suoi 8 mila metri porta la superficie complessiva del sito di Rodigo a 30 mila metri quadrati.

             

            Francescon Perla Nera pack

            (Copyright: Fm)

            “Crediamo molto in questa anguria destinata a rivoluzionare un mercato in sofferenza da molti anni e con un vuoto tra i formati mini da 2-3 chili e quelli tradizionali da 10-12 chili. Perla Nera ha un formato di più semplice gestione in campo, nel magazzino, nel punto vendita e per il consumatore. Ma non è solo una questione di dimensioni – spiega Francescon – i punti di forza di questa anguria sono diversi: grado Brix elevato, superiore ai 13 gradi con punte di 15, polpa croccante e di un colore rosso intenso, forma sferica, buccia molto scura tendente al nero e priva di striature, shelf-life elevata che arriva senza problemi a due settimane e assenza di semi. Di semi tradizionali almeno, quelli neri per intenderci, nel nostro caso sono bianchi, piccoli morbidi e poco presenti, in bocca quasi non si sentono. Un insieme di plus che rendono unica questa anguria e in linea con quello che chiede il mercato”.

             

            Raccolto previsto quest’anno di Perla Nera: 10 mila tonnellate, con la previsione di arrivare a 30 mila tonnellate nel 2018.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine