Untitled design (5)

Macfrut a quota 43 mila visitatori. Il nostro commento e il video della tre giorni


È terminata coi numeri più elevati di sempre la 35esima edizione di Macfrut, con 43mila visitatori e una presenza su quattro dall’estero. Soddisfatto il management della fiera per l’esito della manifestazione, “che ha dimostrato il grande potenziale della filiera ortofrutticola italiana”, ha sottolineato il presidente Renzo Piraccini. Il giudizio degli operatori da noi interpellati è stato più contrastante, andando dalla soddisfazione, in molti casi, fino alla delusione, in alcuni casi. Positiva la parte convegnistica, anche se dal Tropical Fruit Congress qualcuno si aspettava di più. Veramente scarico il venerdì, con diversi operatori che chiedono di ridurre a due giorni la rassegna o di anticiparla con inizio il martedì, come quest’anno farà Fruit Attraction. Il prossimo Macfrut sarà dall’8 al 10 maggio 2019 a Rimini, negli stessi giorni di TuttoFood. Sotto il video che racconta questa 35esima edizione

 

di Eugenio Felice

 


Qualcuno la ha definita un’edizione di transizione, in realtà a nostro avviso è stata una buona edizione e difficilmente potremmo aspettarci di più, oggi, da Macfrutconsiderando anche l’attrattività dell’ortofrutta made in Italy, che non è certo quella della Spagna. Era stato previsto che sarebbe stata l’edizione “dei record” e le aspettative, per il management della fiera, sono state rispettate: si è chiusa registrando una presenza di 43 mila visitatori – 4 mila in più dello scorso anno – la 35esima edizione della kermesse ortofrutticola che ha animato dal 9 all’11 maggio otto padiglioni della Fiera di Rimini. Il video – visibile cliccando nella finestra sopra – realizzato da FreshProduceReview racconta la tre giorni riminese in pillole.

 

Volendo fare un confronto, Fruit Logistica a Berlino ha attirato quest’anno 77 mila visitatori, Fruit Attration a Madrid lo scorso ottobre 68 mila. I 43 mila visitatori di Macfrut vanno pesati anche considerando che l’ingresso a Rimini non è a pagamento (al contrario della altre due fiere) e questo incide non solo in termini di numerica ma anche in termini di professionalità dei visitatori. La stessa settimana, dal 7 al 10 maggio, si è svola a Parma Cibus, la fiera del food made in Italy, che ha attirato 82 mila visitatori. Ecco, la contemporaneità con questa fiera è stato un tasto dolente, con alcune aziende della quarta gamma che hanno preferito Parma a Rimini, altre che si sono sdoppiate, come la siciliana Moncada. Il quadro delle fiere europee è comunque delineato, con un Macfrut più attrattivo per i produttori che per i buyer esteri.

 

Macfrut 2018 Fm

La 35esima edizione di Macfrut ha registrato 43 mila visitatori

Il risultato conseguito quest’anno “viene da lontano”, si legge in una nota della fiera. “Partito dalla svolta del 2015 con il cambio di location da Cesena a Rimini, il successo della manifestazione è stato confermato in questa edizione da una crescita internazionale: il 25% delle presenze sono state oltre confine, con arrivi da tutto il mondo”. La GDO italiana ha partecipato numerosa, in particolare mercoledì 9 maggio, per via della fortunata combinazione con il Think Fresh che si è svolto il pomeriggio di martedì 8 maggio, sempre in quel di Rimini. Meno presenti i compratori esteri, a dispetto dei 1.500 annunciati, in particolare da mercati primari per l’Italia come la Germania. Edeka ad esempio ha inviato solo un referente dell’ufficio qualità.

 

Particolarmente positivo, a detta degli organizzatori, il bilancio del Tropical Fruit Congress che ha raccolto il gotha mondiale delle filiere di mango e avocado, con la presenza di 300 operatori, l’80% dei quali esteri. Meno soddisfatti sull’iniziativa alcuni operatori italiani da noi interpellati, ma va considerato che si trattava della prima edizione. Visti i risultati, quantomeno in termini di partecipazione, è probabile che l’iniziativa avrà un seguito nel 2019. Da considerare che dal 23 al 27 settembre 2019 si svolgerà in Colombia il World Avocado Congress. Particolarmente ricco ad ogni modo il programma convegnistico, cui la nostra testata ha contribuito, facendo da media partner al primo evento dedicato al dettaglio specializzato (leggi qui).

 

Macfrut-tropical-congress-2018

A Macfrut 2018 si è tenuto il primo Tropical Fruit Congress con circa 300 delegati

“Quest’anno si è toccata con mano la grande opportunità di avere una fiera nazionale, generatrice di business non solo nei tre giorni dell’evento, ma per l’intero anno”, è il commento di Renzo Piraccini, presidente di Macfrut. “Siamo soddisfatti dell’esito della manifestazione, che ha dimostrato il grande potenziale della filiera ortofrutticola italiana”. Nel video che potete vedere cliccando nella finestra sopra, c’è anche l’intervista a Marco Salvi, presidente di Fruitimprese. Da anni parliamo del potenziale dell’ortofrutta italiana ma, nonostante i passi avanti, la Spagna è arrivata a esportare il triplo, in valore, rispetto all’Italia e mentre noi non siamo riusciti a mandare quest’anno in Cina i 3 container previsti di arance, gli spagnoli ne hanno mandati più di 500, solo di arance.

 

“Ringrazio tutti gli attori di questa filiera – ha dichiarato Piraccini in una mail agli espositori – il grande risultato di quest’anno è frutto di un gioco di squadra tra tutti gli operatori e le organizzazioni di settore, decisivi con il loro concreto e fattivo contributo”. Quindi il presidente di Macfrut invita tutti gli espositori e gli operatori del settore a inviare alla fiera le proprie valutazioni sulla manifestazione e i propri suggerimenti. “Giudichiamo fondamentale un rapporto interattivo con i nostri espositori, per poter cogliere tutte le opportunità”. L’obiettivo? Poter  preparare al meglio la prossima edizione, che si svolgerà – è stato già annunciato – dall’8 al 10 maggio 2019, sempre a Rimini, nella stessa settimana del TuttoFood di Milano.

 

Piraccini-macfrut-2018

Renzo Piraccini, presidente di Macfrut e artefice del suo rilancio

Copyright: Fruitbook Magazine

                       





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo