reparto-Ortofrutta-MD

MD, La Montagna: “Cresce a doppia cifra il reparto ortofrutta”


Non teme i confronti con i competitor MD Spa, terzo player in Italia del settore discount che ha di recente presentato un piano di sviluppo triennale molto ambizioso. Il reparto ortofrutta è uno dei fiori all’occhiello del gruppo e registra performance più che positive. Ne parliamo con il responsabile nazionale acquisti ortofrutta Luigi La Montagna, che ci rivela quali sono i prodotti che performano meglio e le strategie su cui l’azienda punta per distinguersi dalla concorrenza, anche per quanto riguarda l’offerta dei freschissimi

 

di Carlotta Benini

 

reparto ortofrutta MD

Il reparto ortofrutta di un punto vendita MD

Sviluppo della rete, potenziamento dell’offerta dei freschi, qualità e controlli ai massimi livelli, potenziamento della squadra anche grazie all’ingresso di nuove figure manageriali di primo piano, comunicazione. Sono queste le linee guida che caratterizzano il piano di sviluppo di MD Spa, terzo player in Italia del settore discount che conta 725 punti vendita in tutta Italia, serviti da otto centri logistici per la distribuzione. L’azienda, fondata 24 anni fa dal cavalier Patrizio Podini, che tuttora è alla guida del gruppo come presidente, detiene una quota di mercato del 15%, occupa oltre 6.500 dipendenti e ha chiuso il 2017 con un fatturato di 2,3 miliardi di euro (+9,5% sul 2016). Il piano di crescita per il prossimo triennio è molto ambizioso (leggi qui la news dedicata). Il reparto frutta e verdura è uno dei fiori all’occhiello del gruppo e registra performance più che positive: ce ne parla il responsabile nazionale acquisti ortofrutta Luigi La Montagna.

 

Che incidenza ha l’ortofrutta sul fatturato del gruppo e come sono le performance del reparto?

L’incidenza media si aggira intorno al’11,5% e il trend è molto positivo. Le vendite del reparto frutta e verdura crescono infatti a doppia cifra.

 

Quante referenze conta il vostro reparto?

Le referenze in assortimento variano dalle 130 alle 160 in media.

 

reparto ortofrutta MD

Il reparto F&V di MD cresce in tutte le categorie, con picchi nella IV e V gamma e nella frutta estiva

Che peso ha la private label, parlando sempre di ortofrutta?

Le referenze ortofrutticole a marchio sono una decina, di un’unica linea: Naturlieve.

 

E il biologico?

Attualmente le referenze bio nel comparto sono circa dieci e l’incidenza non è ancora significativa, ma perseveriamo nell’offrire ai nostri consumatori anche questa linea, convinti del valore e delle potenzialità di un settore – quello del biologico – che è in continuo sviluppo.

 

Quali sono, in generale, i prodotti ortofrutticoli che performano meglio in reparto? E che spazio trovano fra i vostri scaffali i prodotti ad alto contenuto di servizio?

Siamo cresciuti in tutte le categorie, con dei picchi nella quarta e quinta gamma e nella frutta estiva. Lo spazio dedicato ai prodotti ad alto contenuto di servizio? Ritengo sia adeguato rispetto al nostro posizionamento e spazio espositivo totale.

 

reparto ortofrutta MD

Le referenze ortofrutticole nei reparti di MD variano dalle 130 alle 160 in media

Cosa vi differenzia dai competitor, parlando in particolare del reparto ortofrutta?

Posso dire qual è la cosa che per noi è importante e che mettiamo in risalto attraverso l’esposizione e la comunicazione: dare una qualità alta al prezzo più basso possibile. Questa è la filosofia che contraddistingue i nostri punti vendita. Quanto all’ortofrutta, per dare ai nostri clienti una facile lettura del nostro assortimento, teniamo ben distinti in vendita la parte frutta dalla parte verdura, mettendo in risalto sia le stagionalità che le offerte.

 

Nel nuovo polo logistico in realizzazione nel bergamasco ci sarà anche una piattaforma dedicata all’ortofrutta?

Sicuramente, in funzione anche della crescita prevista in termini di nuovi punti vendita e di fatturato. Questo tenendo comunque ben presente che appena un anno fa abbiamo inaugurato una piattaforma logistica di solo ortofrutta e carne a Verdellino, sempre in provincia di Bergamo.

 

Avete progetti sull’e-commerce alimentare?

Ad oggi non abbiamo un sito e-commerce dedicato al food (mentre è attivo un portale dedicato al non food, dove è possibile acquistare online elettrodomestici, prodotti per la casa e per la persona, il fai da te, il giardinaggio, articoli sportivi e prodotti di cartoleria, ndr). È possibile uno sviluppo anche su questo canale, ma sicuramente ad oggi non è una nostra priorità.

 

Copyright: Fruitbook Magazine





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo