meal-kit-quomi-home

I meal kit di Quomi debuttano in Gdo, in due punti vendita Iper, La grande i a Milano


Meal kit? Sono box contenenti prodotti freschissimi pronti per essere assemblati e cucinati in pochi minuti, preparate ogni giorno nel punto vendita. Una moda che sta dilagando negli Stati Uniti, con un potenziale di crescita molto interessante: secondo gli studi nel 2020 i ricavi globali di queste food boxes dovrebbero raggiungere i 10 miliardi di dollari. Se negli Usa è stata Walmart l’ultima a scommettere su questo segmento, anche in Italia i meal kit fanno il loro debutto in Gdo grazie Quomi, startup del digital food che ha stipulato un accordo con la catena Iper, La grande i (Gruppo Finiper)

 

di Carlotta Benini

 

meal kit Quomi

Quomi è la startup italiana del digital food che per prima ha introdotto i meal kit a domicilio nel nostro Paese

Box con ingredienti freschissimi pronti da assemblare e cucinare in pochi minuti, confezionati in giornata nel punto vendita? La moda dei cosiddetti “meal kit” dilaga nella Gdo degli Stati Uniti: l’ultima catena a scommettere su queste confezioni di prodotti per un consumo veloce è stata Walmart, che entro la fine del 2018 le distribuirà sugli scaffali di 2 mila dei suoi punti vendita (leggi qui). Il segmento è strategico: secondo uno studio di Technomic, nel 2020 i ricavi globali delle food boxes dovrebbero raggiungere i 10 miliardi di dollari.

 

Dato che la giornata dai ritmi frenetici, con margini di tempo sempre più ridotti per cucinare, è uno stile di vita comune anche a molti italiani, i meal kit promettono di diventare una tendenza anche nei nostri supermercati. Ci ha già pensato Iper, La grande i, catena del del Gruppo Finiper che ha stipulato un accordo con Quomistartup italiana che per prima ha introdotto i meal kit a domicilio nel nostro Paese. Ora Quomi è anche la prima realtà di digital food a debuttare nella Gdo in Italia.

 

Dal 13 aprile, infatti, nei punti vendita Iper di Arese e Milano Portello saranno disponibili i meal kit Cucina Facile a marchio Quomi, il cui nome racconta già molto di questo progetto. Come per i meal kit delivery, anche all’interno dei box Cucina Facile ci sono ingredienti freschi e di qualità, nelle giuste dosi, per realizzare una cena per due persone di facile esecuzione grazie alle istruzioni illustrate, da sempre segno distintivo di Quomi. Le prime ricette disponibili sono i Pizzoccheri valtellinesi, un primo caro alla tradizione italiana, le Sovracosce di pollo arrosto con carote e pastinaca e, ancora, gli Straccetti di manzo allo zenzero con zucchine trifolate. Sono preparazioni semplici (pronte in circa 30 minuti), gustose e sane, come è nello spirito di Quomi.

 

meal kit Quomi

I meal kit di Quomi ora nei pvd Iper, La Grande i

“Quomi è la prima food company italiana che nasce digitale e aggiunge in seguito anche il canale offline, un percorso inverso rispetto alle aziende food tradizionali. – racconta Daniele Bruttini, socio fondatore di Quomi insieme ad Andrea Bruno – Vogliamo cogliere l’opportunità che ci offre il mercato, anche tramite il canale distributivo ‘tradizionale’, per continuare nel nostro percorso di crescita e affermazione del modello dei meal kit in Italia. Quomi è, e vuole rimanere, un brand digitale con una forte identità innovativa ed una forte community online: la distribuzione in GDO ci permetterà di parlare e spiegare i benefici e i vantaggi dei meal kit di qualità a un target più ampio aumentando la brand awareness Quomi”.

 

“Crediamo fortemente nell’omnicanalità e questo progetto ne è un esempio: riteniamo fondamentale dare l’opportunità ai nostri clienti di avere un abbonamento flessibile online ma anche quella di trovarci al supermercato allo stesso prezzo. – gli fa eco Andrea Bruno  Questo, per noi, è un passaggio fondamentale, in quanto se un nostro utente sceglie di sospendere il proprio abbonamento per una settimana perché non ha bisogno di tutte le ricette, può comunque trovare il nostro meal kit, di dimensioni più piccole, sugli scaffali di un’insegna riconosciuta per il servizio e i prodotti di alta qualità offerti”.

 

“Distribuire Quomi nel punti vendita di Arese e Milano Portello è un ulteriore indice dell’attenzione che la nostra azienda riserva ai propri clienti e ai nuovi stili di consumo alimentare.  – commenta Gabriele Nicotra, direttore acquisti di Iper, La grande i Primi nella GDO italiana ad accompagnare l’ingresso di questa startup di successo nel canale vendita offline, confermiamo la nostra attitudine a offrire servizi al passo e in grado di integrarsi con l’esperienza d’acquisto online. Va anche detto che questa iniziativa si fonda su una sintonia di opzioni che ci avvicina a Quomi: la selezione di ingredienti italiani e l’attenzione alla stagionalità, la freschezza garantita, il rispetto per l’ambiente con una sensibilità alla riduzione degli sprechi alimentari, i prezzi decisamente contenuti”.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo