sisters-gin-1

The Sister’s Gin: l’ortofrutta fresca entra nel mondo del bartendering


È un prodotto più aromatico e complesso rispetto ai classici “distilled gin”, inoltre non viene filtrato, per lasciare tutto l’aroma e il colore rilasciato naturalmente dalle specie vegetali utilizzate per produrlo. Si chiama The Sister’s Gin ed è un’idea firmata The Sister’s Lab, nuova società nata all’interno dell’azienda veneziana L’Insalata dell’Orto, specialista delle insalate di quarta gamma e leader italiana dei fiori eduli. Si tratta di un gin top di gamma, aromatico e corposo, realizzato con alcol di cereali e viole edibili macerate a freddo. Ce ne parla Sara Menin, ideatrice del progetto

 

di Carlotta Benini

 

Sister's GinL’Insalata dell’Orto, azienda di Mira (Venezia) specialista delle insalate di quarta gamma e leader italiana dei fiori eduli (leggi qui), ha dato vita a una società denominata The Sister’s Lab con la quale si lancia con decisione nel mondo del bartendering e della mixology. Da questa nuova realtà commerciale nasce infatti The Sister’s Gin, il primo gin aromatizzato alle viole, macerate a freddo. “L’idea ha preso forma nel corso dell’ultima edizione di Fruit Logistica, dall’esperienza che abbiamo fatto insieme al bartender Max Morandi, che durante la tre giorni berlinese ha intrattenuto gli ospiti del nostro stand con i suoi spettacolari cocktail con fiori e germogli”, esordisce Sara Menin, marketing manager de L’Insalata dell’Orto e socia fondatrice di The Sister’s Lab, nonché ideatrice e anima del progetto.

 

Sister's Gin“Da qui l’idea di proporre alle sorelle Cinzia e Raffaella Busana, titolari de L’Insalata dell’Orto insieme al padre Luigi, di lanciare un distillato di nostra produzione a base di fiori eduli. – continua – Il gin, avendo già delle botaniche al suo interno (il ginepro, ndr), era il prodotto più indicato”.

 

Nasce così The Sister’s Gin, un distillato dal carattere deciso, dolce e allo stesso tempo “audace”, come le titolari de L’Insalata dell’Orto, che con passione e determinazione hanno saputo fare del business dei fiori eduli – così come di tutta l’attività aziendale – un unicum a livello nazionale. Le viole sono le assolute protagoniste di questo prodotto, con il loro profumo, il colore e l’aroma deciso. L’omaggio alle sorelle Busana è riportato anche nell’etichetta, dove figura un ariete, segno zodiacale di entrambe.

 

“Pensiamo sia una trovata innovativa che non si distacca poi tanto da quella che è la nostra attività. – continua Sara Menin – È un modo diverso, forse un po’ eccentrico, per portare l’ortofrutta fresca fuori dai banchi frigo, in modo anche divertente e piacevole”.

 

Sister's GinIl lancio ufficiale di The Sister’s Gin si tiene al Palacongressi di Rimini il 24 e 25 settembre, in una delle tre tappe di Baritalia 2018, il laboratorio itinerante sul tema della miscelazione organizzato da BarGiornale e dedicato ai bartender italiani. Il pregiato gin alle viole sarà quindi distribuito in un circuito di eccellenza di locali italiani, escludendo per ora i canali commerciali.

 

Martedì 26 settembre nello spazio di The Sister’s Gin a Baritalia è in programma anche una masterclass con il bartender Max Morandi per raccontare al pubblico di Rimini e agli addetti ai lavori come l’ortofrutta ha fatto il suo ingresso nel mondo della mixology.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

 

 

 





Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo