L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Uva di Mazzarrone IGP, al via la campagna. “Qualità buona, dolcezza assicurata”

            Il Consorzio Igp Uva da Tavola Mazzarrone conta 180 aziende in sei comuni fra le provincie di Catania e Ragusa, per 8 mila ettari vitati dove vengono coltivate le pregiate uve da tavola Vittoria, Black Magic, Italia e alcune varietà senza semi. La commercializzazione del prodotto a marchio IGP inizia la prima settimana di luglio, con tutti i migliori auspici. “La qualità dell’uva è buona – ci racconta Gianni Raniolo, presidente del Consorzio – il grado brix elevato”, complice anche la stagione, che quest’anno è stata favorevole. Il mercato principale è quello nazionale, ma crescono anche i clienti esteri, anche extra UE

            di Barbara Righini

            uva di Mazzarrone

            L’uva da tavola Vittoria

            L’obiettivo è cercare di recuperare il più possibile le perdite dell’annata 2018 e i presupposti ci sono: la raccolta di uva da tavola, nel comprensorio di Mazzarrone, in Sicilia, è cominciata e la stagione promette bene. L’anno scorso il meteo non è stato clemente con i produttori della zona, il cracking, fenomeno che è conseguenza diretta dei cambiamenti climatici e che porta alla spaccatura degli acini, ha comportato danni ingenti: “Circa il 30% del prodotto di questo territorio – ha raccontato a FM Gianni Raniolo, presidente del Consorzio Igp Uva da Tavola Mazzarrone – l’anno scorso è risultato invendibile. Quest’anno la stagione si prospetta positiva, speriamo di recuperare almeno un 15% del danno del 2018”.

            Il comprensorio di Mazzarrone è il primo a entrare in produzione in Italia, grazie alle coperture e alle serre realizzate negli anni scorsi proprio con l’obiettivo di allungare la stagione. Il Consorzio IGP comprende 12mila ettari di territorio in sei comuni (provincie di Catania e Ragusa) di cui 8 mila ettari vitati. Ad oggi conta 180 aziende associate.

            uva di Mazzarrone

            La varietà Black Magic

            “In questi giorni stiamo raccogliendo uva Vittoria (bianca), Black Magic (nera) e alcune senza semi. La commercializzazione del prodotto a marchio IGP inizierà la prima settimana di luglio. Al contrario di anno scorso – ha detto ancora Raniolo – abbiamo avuto una primavera favorevole, fra l’altro non c’è stato vento forte. Nel 2018 abbiamo subito danni anche sotto questo punto di vista, con teloni strappati. La qualità dell’uva è buona. Anche per quanto riguarda l’uva Italia, nostro fiore all’occhiello, la fioritura è avvenuta in un momento favorevole. In questi giorni siamo impegnati, per quanto riguarda quest’ultima varietà, nelle operazioni di acinellatura (pratica manuale che consiste nell’eliminare gli acini che non raggiungeranno la maturazione per migliorare la qualità del grappolo, ndr). Ci attendiamo anche per l’uva Italia un’ottima qualità. Il grado brix delle uve in raccolta ora (Vittoria, Black Magic, e diverse seedless), va dai 13-14 della Vittoria ai 17 gradi brix delle senza semi. La dolcezza è assicurata”.

            Anche Nunzio Busacca, presidente della O.P OPAS, Organizzazione Produttori Agricoli Siciliani (580 ettari di uve bianche, rosse e nere) concorda sul fatto che, al momento, la stagione fa sperare: “Quello che si vede in campo è buono, abbiamo poi l’obbligo di portare a casa una buona annata per recuperare il 2018 quando il cracking ha rovinato la stagione. Comprare uva nel comprensorio di Mazzarrone significa avere la certezza di acquistare uva di buona qualità, non solo bella da vedere, ma anche gustosa e soprattutto salubre. Lavorare con la GDO vuol dire proprio dover mantenere standard qualitativi elevati. Negli ultimi anni ci stiamo preoccupando anche del risparmio idrico, o meglio, dell’utilizzo efficiente dell’acqua. In Sicilia l’acqua è una risorsa molto scarsa, qui l’acqua per l’irrigazione arriva da pozzi che pescano nel sottosuolo. Con la collaborazione dell’Università di Catania stiamo cercando di migliorare l’efficienza d’uso dell’acqua. Irrighiamo quindi più spesso ma con quantità precise e in maniera diversificata a seconda delle fasi fenologiche della pianta, che così produce meglio”.

            uva di Mazzarrone

            Impianti di Uva di Mazzarrone IGP

            L’uva da tavola del comprensorio di Mazzarrone, a marchio IGP, viene venduta per la maggior parte in Italia, anche se non mancano clienti esteri: “Per quanto riguarda l’Unione Europea – ha raccontato ancora a FM Gianni Raniolo – vendiamo alla GDO soprattutto in Francia, senza dimenticare Germania e Belgio, anche se per quantità inferiori. Abbiamo poi aperto, da qualche tempo, il canale dei Paesi arabi. L’uva parte via nave e raggiungiamo quei Paesi in 15-20 giorni. Siamo in Qatar, a Dubai, in Oman. Per quanto riguarda nuovi Stati da esplorare, abbiamo ricevuto l’interesse di Paesi africani come il Senegal. Stiamo verificando, ma potrebbe essere proprio il Senegal il prossimo paese dove arriverà la nostra uva da tavola di Mazzarrone IGP”.

            Copyright: Fruitbook Magazine