L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Amazon a Las Vegas annuncia le consegne via drone: “È questione di mesi”

            Amazon
            Era la fine del 2016 e già si parlava del servizio di Amazon per la consegna a domicilio in volo, con un drone in grado di recapitare prodotti leggeri nel raggio di pochi chilometri e nel giro di pochi minuti. Poi l’annuncio di Amazon alla conferenza re:MARS di Las Vegas, ieri: “Entro qualche mese il nuovo servizio di consegna via drone di Amazon avrà inizio”. Il nuovo drone decolla in verticale come un elicottero e può viaggiare a 25 km orari trasportando un carico massimo di 2,5 kg. Ma sui tempi precisi del lancio del servizio e sulle zone dove debutterà (molto probabilmente in Usa) è ancora massimo riserbo

             

            di Massimiliano Lollis

             

            Amazon

            Cambridge, 7 Dicembre 2016: Amazon testa – con successo – il primo servizio di consegna in volo a domicilio, targato Amazon Prime Air: come si può vedere in un video diffuso da Amazon, il cliente ordina online un Amazon Fire TV e un pacchettino di pop-corn, e il tutto gli viene recapitato nel giardino di casa dopo un volo di appena 13 minuti (leggi qui). Il drone – ci informava il video – poteva raggiungere autonomamente la destinazione richiesta grazie ai propri sensori GPS, volando a un’altezza di poco più di 120 metri e recapitando al cliente un pacco dalle dimensioni massime di una scatola da scarpe e dal peso inferiore ai 2,25 kg. Un progetto di cui si era iniziato a parlare nel 2013 prende lentamente forma.

             

            Ieri all’evento re:MARS di Las Vegas dedicato alla robotica e all’intelligenza artificiale, il colosso ha finalmente annunciato che il test sta diventando realtà: per le consegne via drone sarebbe questione di mesi. Si parla di droni “senza pilota”, capaci di viaggiare a 25 km orari con un carico massimo di 2,3 kg: l’apparecchio potrà decollare e atterrare verticalmente come un elicottero, e consegnare la merce in 30 minuti o meno. 

             

            Il nuovo drone di Amazon è equipaggiato con sensori avanzati che lo rendono decisamente agile e in grado di operare in totale sicurezza, per sé e per gli altri. Sicurezza è la parola chiave, come ha spiegato Jeff Wilke di Amazon: “Nel cervello del nostro drone la sicurezza è al primo posto: sarà in grado di evitare parapendii e linee elettriche, ma anche il cagnolino nel giardino di casa”.

             

            Amazon non ha fornito ulteriori dettagli sui tempi, così come sulla località in cui debutterà il servizio. L’agenzia statunitense responsabile per l’aviazione – la US Federal Aviation Administration – ha però dichiarato alla BBC di aver concesso ad Amazon un permesso per far volare i propri droni negli Usa. “La FAA – ha dichiarato l’agenzia – ha rilasciato un certificato speciale ad Amazon Prime Air che permette all’azienda di utilizzare il suo velivolo senza pilota MK27 per ragioni di ricerca e sviluppo e per l’addestramento di personale in aree di volo autorizzate. Amazon Prime Air – si legge – prevede di utilizzare il velivolo per effettuare operazioni di consegna negli Stati Uniti. Questo certificato è valido per un anno e può essere rinnovato”.

             

             

            Copyright: Fruitbook Magazine