L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Coronavirus, aggiornamento dell’ultima ora all’alba di Fruit Logistica

            Fruit-Logistica-2019-Copy-Fm
            Fruit Logistica, meno due. Nella situazione di psicosi generale da Coronavirus, continuano gli aggiornamenti dell’ultimo minuto sullo svolgimento della kermesse ortofrutticola in programma alla Fiera di Berlino da mercoledì 5 a venerdì 7 febbraio e sulle misure di sicurezza adottate a tutela della salute dei visitatori. Chi appartiene alle “categorie a rischio” è caldamente invitato a non partecipare. Resta al contrario tutto confermato per quanto riguarda la presenza delle principali aziende del nostro settore alla collettiva del CSO Italy. Ecco le ultime raccomandazioni della fiera

            Dalla Redazione

            Fruit Logistica ©FM

            La Fiera Messe di Berlino in una passata edizione di Fruit Logistica (copyright: Fm)

            A seguito dell’aggiornamento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, le autorità sanitarie dello Stato di Berlino hanno consigliato a Messe Berlin di richiedere direttamente ai partecipanti che appartengono al “gruppo a rischio” del nuovo Coronavirus di non partecipare a Fruit Logistica. Lo comunica la fiera in una nota ufficiale pubblicata lunedì 3 febbraio sulla sezione del sito dedicata alle “Health Info”, a due giorni dall’inizio della kermesse ortofrutticola internazionale.

            Quali sarebbero le cosiddette categorie di visitatori a rischio? “Questa richiesta – spiega l’organizzazione della fiera – si applica a voi come individui solo se avete viaggiato nella provincia di Hubei negli ultimi 14 giorni, oppure se avete avuto contatti con una persona con un’infezione confermata da Coronavirus, e soprattutto in caso di sintomi tipici (febbre, tosse, fiato corto)”.Chi appartiene al suddetto gruppo a rischio (indipendentemente dalla nazionalità), è quindi invitato a non partecipare all’edizione 2020 di Fruit Logistica, per motivi di salute pubblica e di tutela della salute.

            Secondo le ultime informazioni dell’autorità sanitaria dello Stato, spiega ancora la fiera nella nota, un’infezione può essere contratta anche da una persona che non mostra ancora alcun sintomo. Pertanto è importante informare anche le persone sane che possono essere un rischio per gli altri se hanno avuto contatti con persone malate o se sono state nella provincia di Hubei negli ultimi 14 giorni.

            “Rimaniamo in stretto contatto con le autorità sanitarie dello Stato di Berlino – conclude l’organizzazione -. Siate certi che la sicurezza dei partecipanti a Fruit Logistica ha per noi la massima priorità e che abbiamo preso le necessarie misure precauzionali”.

            Intanto – nella situazione di psicosi generale – la fiera aveva già confermato i giorni scorsi la (quasi) totale assenza di operatori cinesi alla tre giorni berlinese (leggi qui).

            Tutto confermato, al contrario, per quanto riguarda la partecipazione delle principali aziende italiane del settore alla collettiva “Italy. The beauty of Quality”. Il CSO Italy ricorda che nello spazio collettivo al padiglione 2.2 saranno presenti oltre 50 espositori, distribuiti in cinque stand:

            • Stand A03: Alegra, Brio, Jingold, Naturitalia, Opera, Valfrutta
            • Stand A04: Agribologna, Al.Ma, Apo Scaligera, Bestack, Cedior, Ceor, CIV, Conor, CPR System, D’Avino, Fogliati, FruitImprese, Mazzoni, OPO Veneto, Orogel Fresco, Peviani, Pignataro, Salvi-UNACOA,  Secondulfo, T18, Veritas Biofrutta, Vignali Trasporti.
            • Stand A05: AOP Luce, De Lucia, Kingfruit, Oranfrizer.
            • Stand A06:  Origine.
            • Stand A08: Apofruit Italia, Bio Sikelia, Campania Felix, Canova, Granfrutta Zani, FruttHera, Italia Ortofrutta, La Deliziosa, Mediterraneo Group, Nicofruit, Ortolanda, Pempacorer. Questo stand ospiterà anche uno spazio della Regione Calabria, con importanti realtà quali il Consorzio Produttori Patate Associati, OP Agrogens, OP Esperia, FRUJT Frutticoltori Jonici Tirrenici, OP Monte, OP Spagnolo, OP TOC e OP Unionberg.

            “Dalla Germania – sottolinea il presidente del CSO Italy Paolo Bruni – ci hanno confermato che tutte le necessarie misure precauzionali sono state prese, costituendo per Messe Berlin la sicurezza dei partecipanti a Fruit Logistica la massima priorità. Conoscendo i tedeschi, non abbiamo ragione di credere che a queste affermazioni non siano seguiti atti concreti che ci faranno stare tranquilli nello svolgimento delle attività. Non è solo la mia opinione, le aziende della nostra collettiva hanno confermato la loro presenza”.

            Il pubblico di Fruit Logistica e gli operatori del settore possono tenersi aggiornati monitorando il sito e le pagine social della manifestazione.

            Copyright: Fruitbook Magazine