L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Da Masterchef alla produzione su Marte: microgreens alla ribalta con la Grow Unit di Cefla

            L’ortofrutta è protagonista della nona edizione di Masterchef Italia: una delle innovazioni messe in luce dal talent show culinario ancora in corso è la coltivazione indoor di micro ortaggi “a centimetro zero”, nella futuristica Grow Unit di Cefla. Una piccola serra mobile e hi-tech che permette di coltivare verdure, germogli ed erbe officinali in ogni stagione e in ogni contesto, “perfino su Marte”, rivela il responsabile della business unit lighting di Cefla Alessandro Pasini. La Grow Unit, che ha di recente ottenuto il brevetto europeo, è già utilizzata anche in alcune catane della Gdo, in Italia e all’estero, nei ristoranti stellati e nelle scuole di cucina

            di Carlotta Benini

            Grow Unit Cefla Masterchef

            La Grow Unit di Cefla è protagonista nella cucina di Masterchef Italia 9

            È a un passo dal gran finale Masterchef Italia, il talent show culinario più famoso al mondo. Mentre il pubblico del BelPaese è in attesa di scoprire chi sarà il vincitore 2020 (l’ultima puntata è in programma giovedì 5 marzo su Sky Uno), uno sguardo cade sulle innovazioni e sui food trend che questa nona edizione del programma ha lanciato sul piccolo schermo. Una delle tendenze messe in luce vede l’ortofrutta come grande protagonista nelle cucine degli chef stellati, anche i più famosi del mondo. Basti pensare che i due piatti più apprezzati della semifinale che si è disputata giovedì 27 febbraio, quando i cinque finalisti si sono sfidati in studio e poi a Parigi, nella cucina dello chef pluristellato Yannick Alleno, sono stati un carpaccio di anguria e un piatto a base di solo pomodoro, declinato in cinque diverse consistenze.

            Parlando sempre di ortofrutta, avevamo già dedicato una news agli agrumi inediti portati a Masterchef da Niels Rodin, che nelle sue serre in Svizzera coltiva 170 varietà rare da tutto il mondo (leggi qui).

             Grow Unit Cefla Masterchef

            Nella Grow Unit di Cefla possono crescere fino a cento qualità di micro ortaggi

            Un’altra innovazione portata alla ribalta in questa nona edizione del talent ancora in corso è quella dei microgreens prodotti indoor, nella futuristica Grow Unit di Cefla. Stiamo parlando di un sistema di ultima generazione per la produzione di germogli, erbe officinali e micro ortaggi attraverso irrigazione e illuminazione LED, nato dal know-how dell’azienda imolese in collaborazione con la ricerca universitaria. Una sorta di “orto instore”, che circa due anni fa ha fatto il suo debutto in alcuni punti vendita della Gdo italiana, con prospettive di sviluppo anche nel canale horeca (leggi qui la nostra intervista) e nell’alta ristorazione.

            Le lampade che vengono utilizzate nella Grow Unit Cefla sono realizzate con spettri luminosi specificamente studiati per ogni tipologia di pianta e, grazie anche a un sistema di ventilazione per il controllo di temperatura e umidità, che vengono gestiti tramite software specifici, i micro ortaggi possono crescere tutto l’anno, in qualsiasi contesto. “Perfino su Marte”: a rivelarlo è Alessandro Pasini, responsabile della business unit lighting di Cefla, in un’intervista sul Sole 24 Ore. “Nella Grow Unit, a cui lavoriamo da anni in collaborazione con il dipartimento di Agraria dell’Università di Bologna e Pisa (e che oggi ha ottenuto il brevetto europeo, ndr), possono crescere fino a cento qualità di micro ortaggi – continua Pasini -. Il progetto di serra mobile si presta a diversi usi: sia per la grande distribuzione, sia per la ristorazione. Uno degli esemplari ci è stato richiesto appunto dalla produzione di Masterchef e viene utilizzato dagli aspiranti chef per la preparazione dei piatti”.

            Grow Unit Cefla Masterchef

            Microgreens alla ribalta: dal talent show culinario più famoso del mondo alla produzione su Marte

            I microgreens coltivati indoor sono dei veri e propri superfood a chilometro zero… anzi, a centimetro zero! Hanno infatti proprietà organolettiche marcate e contengono sostanze nutritive e vitamine fino a 40 volte superiori rispetto ai normali ortaggi, senza considerare poi il fatto che crescono senza l’utilizzo alcuno di pesticidi o di altre sostanze chimiche.

            “La nostra serra integrata hi-tech è già utilizzata in almeno 50 punti vendita tra Conad e i supermercati della catena Rewe in Germania, in Austria presso Unimarkt, in Libano, in una trentina di ristoranti di fascia alta italiani e in alcune scuole di cucina in Svizzera”, conclude Pasini sul Sole 24 ore, aggiungendo infine che a Parigi Cefla ha da poco installato una vertical farm di 150 mq all’interno di un esercizio commerciale.

            Copyright: Fruitbook Magazine