L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            Dalle alghe agli insetti, i superfood del futuro a Seeds&Chips. Obama special guest

            Quello di Expo 2015, lo ricordiamo tutti, è stato un manifesto sull’alimentazione a livello globale, per un mondo più sostenibile e responsabile in materia di nutrizione: tema oggi più che mai attuale, visto che le stime ONU ci dicono che entro il 2050 la popolazione del pianeta passerà dagli attuali 7 ai 9,7 miliardi di abitanti. La sfida di Expo viene oggi raccolta dal summit internazionale sulla food innovation di Seeds&Chips 2017, in programma a Milano dall’8 all’11 maggio, che quest’anno vedrà, come ospite di primissimo piano, Barack Obama. L’ex presidente USA parteciperà infatti all’evento milanese assieme a Sam Kass, suo ex chef, consigliere e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca. Ma l’evento è anche l’occasione per una riflessione sul cibo del futuro: dal cibo a base di alghe a quello a base di insetto, passando per i superfood di tendenza
            di Massimiliano Lollis

             

            “Con l’intervento dell’ex presidente Obama a Seeds&Chips Milano torna protagonista per le food policies a livello internazionale. Nel 2015 Expo ha puntato i riflettori su Milano: oggi abbiamo la responsabilità di portarne avanti l’importante eredità – commenta Marco Gualtieri, fondatore di Seeds&Chips, summit internazionale sulla food innovation in programma a Rho Fiera Milano dall’8 all’11 maggio. “È fondamentale – continua – trovare soluzioni per affrontare le grandi sfide legate all’aumento della popolazione globale, alla food security, alla sostenibilità e al climate change: sono convinto che Milano e l’Italia possano diventare punto di riferimento internazionale per i temi dell’innovazione e della ricerca in questo campo”.

             

            Finalmente è ufficiale: quest’anno Seeds&Chips, giunto alla terza edizione, vedrà la presenza di Barack Obama, un ospite d’eccezione per un evento che affronterà i temi e le sfide del futuro dell’alimentazione, tra sostenibilità e innovazione. La presenza dell’ex presidente USA – in programma il 9 maggio e affiancata a quella di Sam Kass, suo ex chef e consigliere e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca – è di certo uno dei momenti più attesi del summit, che durerà quattro giorni e vedrà la partecipazione di centinaia di startup, aziende, università, istituzioni, investitori, acceleratori e incubatori, opinion leader e policy maker nel settore food e food-tech

             

            Per Seeds&Chips 2017 ci sono tutte le premesse per un evento di successo, data la struttura articolata del programma: il summit milanese comprende infatti una parte espositiva – nella quale saranno presentate le proposte tecnologiche da parte di aziende, start up e istituzioni – e una di conferenze. Quest’ultima comprende diversi appuntamenti nei quali esperti del settore si confronteranno sui temi dell’alimentazione, della produzione e dell’approvvigionamento di cibo. Per esempio, la conferenza Feeding the Cities – Urban and Vertical Farming tratterà il tema della coltivazione sostenibile nelle grandi aree urbane – un tema che abbiamo trattato anche qui su Fm (leggi qui) – e sarà aperta dal keynote speech del sindaco di Milano Giuseppe Sala. La conferenza Food Security for developing Countries sarà invece dedicata al tema dell’approvvigionamento alimentare nei Paesi in via di sviluppo.

             

            Oltre all’ex presidente Obama e allo chef Sam Kass, parteciperanno anche molte altre personalità di rilievo del panorama politico e imprenditoriale. Solo per citarne alcuni: ci sarà Kerry Kennedy, presidente del Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights, mentre la delegazione del governo vedrà in prima linea i ministri Carlo Calenda e Maurizio Martina. Il mondo del caffè – tema che ha molto a che fare con le tematiche in programma – vedrà invece la rappresentanza di Luigi Bonini di Starbucks e di Andrea Illy, presidente di Illycaffé, mentre sarà anche presente Giuseppe Caprotti, ex ad di Esselunga.

             

            Ma il summit internazionale non sarà solo un simposio di grandi personalità: sarà anche l’occasione per farsi un’idea di quelli che saranno gli scenari futuri dell’alimentazione, o più semplicemente, per sapere cosa metteremo sulle nostre tavole tra qualche anno. Sembra che gli alimenti ritenuti salutari in modo superlativo, quelli che con un termine legato al mondo del marketing vengono definiti “superfood”, saranno i veri protagonisti della nostra futura alimentazione: dai micrortaggi (piantine simili a germogli e ricche di vitamine) ai prodotti a base di alghe che simulano gusti e ricette tradizionali, passando attraverso quelli a base di insetti, che già hanno cominciato ad essere commercializzate anche in Europa (leggi qui).

             

            I gamberetti a base vegetale della startup New Wave Food

            Ta le proposte tecnologiche delle startup presentate all’evento milanese, ci saranno infatti gli alimenti a base di farina di grillo di Addento, l’azienda italiana che ha scommesso sugli alimenti a base di insetti: una soluzione innovativa che rappresenta un prodotto altamente proteico e ricco di vitamina B12 e acidi grassi come Omega3 e Omega6. Sempre per rimanere in Italia, Mi Green Food racconterà come ha avviato la produzione di micrortaggi, piccoli vegetali commestibili simili ai germogli, ricchi di vitamine C, E e K e di antiossidanti e da tempo di tendenza sul mercato USA e nord europeo. Per passare invece alle startup internazionali, l’azienda olandese Seamore Food presenterà i propri prodotti a base di alghe in forma di bacon e tagliatelle, mentre la statunitense New Wave Food presenterà i suoi speciali frutti di mare a base vegetale, per una produzione mirata a mitigare l’impatto della pesca commerciale sull’ecosistema marino.

             

            Seeds&Chips, lo dice il nome stesso, si propone come luogo ideale per riflessioni sul rapporto tra tecnologia e alimentazione. Per questo, sono previste sessioni di approfondimento che spazieranno dai temi caldi dell’hi-tech: dai big data alle applicazioni delle stampanti 3D nel settore food, dalle tecnologie nel ristorante al supermercato del futuro e all’innovazione dei superfood. Uno spazio “sociale” è invece dedicato alla crescita della sharing economy e all’impatto dei millennials, con la conferenza How millennials are changing the food industry.

             

            Copyright: Fruitbook Magazine