L'INFORMAZIONE PROFESSIONALE PER IL TRADE ORTOFRUTTICOLO

            EcoLabel

            Sinclair EcoLabel di Sinclair è tra i finalisti del premio Fruit Logistica Innovation Award 2020 (FLIA), che verrà consegnato a Fruit Logistica 2020 il prossimo febbraio a Berlino (leggi qui). La nomination è stata conferita per l’importanza che un’etichetta completamente compostabile riveste per i clienti e per il settore dell’ortofrutta in generale. Sinclair EcoLabel – una soluzione di packaging “minimal” per l’ortofrutta – è stata certificata come compostabile dall’organismo indipendente TÜV AUSTRIA nell’ambito delle certificazioni OK compost Industrial e Seedling. Una certificazione che dimostra quanto la soluzione Sinclair EcoLabel sia in linea con la norma EN13432:2000, che è lo standard europeo per il packaging compostabile e biodegradabile. 

            “Siamo davvero lieti di essere stati nominati per il Fruit Logistica Innovation Award 2020 – afferma Colin Woodward, Ceo e presidente di Sinclair -, Sinclair è impegnata a portare avanti il suo programma di sostenibilità e fornire soluzioni di etichettatura sostenibili al settore dell’ortofrutta. Ogni giorno collaboriamo con lavoratori, clienti e associazioni di categoria come Freshfel e PMA per assicurare una produzione sostenibile continua e per fornire soluzioni di etichettatura compostabili”. 

            La prima Sinclair EcoLabel è nata nel 2008, ma è nel 2014 che il prodotto è stato lanciato sul mercato in quanto bollino con materiale compostabile certificato. Ma era solamente l’inizio: l’obiettivo successivo sarebbe stato quello di produrre un’etichetta per l’ortofrutta che fosse compatibile con le norme alimentari e compostabile e che, allo stesso tempo, potesse ottenere la certificazione per tutti i componenti dell’etichetta: dal materiale di base agli adesivi, senza dimenticare gli inchiostri. Nel giugno 2019 è stata lanciata la nuova Sinclair EcoLabel con certificazione indipendente OK Compost Industrial e Seedling per l’intera costruzione.

            Sinclair EcoLabel

            Per ottenere la certificazione OK Compost Industrial e Seedling, la nuova Sinclair EcoLabel ha dovuto superare ben quattro test: l’analisi dei metalli pesanti e del fluoro, la prova di biodegradazione, quella di disintegrazione e l’analisi di tossicità vegetale. Il fatto che Sinclair EcoLabel abbia ottenuto la certificazione con successo prova le sue qualità di sostenibilità. I test hanno infatti dimostrato che il bollino di Sinclair si disintegra in sole 12 settimane e si degrada nell’ambiente in 180 giorni per poi diventare parte del suolo utilizzabile.  

            “Sinclair EcoLabel – spiega Duncan Jones, direttore marketing di Sinclair – è unica nel suo genere, in quanto tutti i suoi componenti sono compostabili e certificati. Un bollino compostabile certificato significa che ogni componente si disintegra e si degrada nell’ambiente senza alcun impatto ambientale avverso. Lo sviluppo della Sinclair Ecolabel continuerà nel 2020 con la ricerca sul compostaggio domestico e un’analisi del ciclo di vita del prodotto”.

            Azienda con sede a Fresno (California) e Norwich (Inghilterra), Sinclair oggi ha 10 impianti di produzione per l’etichettatura in tutto il mondo e le sue soluzioni sono presenti in oltre 50 Paesi. Le etichette Sinclair, incluse le opzioni compostabili certificate, sono insuperabili essendo costituite da materiale micro-sottile, sicuro per l’uso alimentare e pienamente conforme ai requisiti FDA e UE. L’esclusiva funzione Sinclair Tab-Lift permette di rimuovere le etichette della frutta in modo semplice e veloce, e senza strappi. Così come la sua tecnologia di etichettatura, anche il servizio clienti di Sinclair è leader nel suo genere nel fornire alle aziende specializzate di tutto il mondo supporto, consulenza tecnica e analisi per un’efficienza di etichettatura ottimale.

            Copyright: Fruitbook Magazine